Torre del Greco, crolla il solaio di un’abitazione in via Nazionale: sfollati due fratelli

Alberto Dortucci,  

Torre del Greco, crolla il solaio di un’abitazione in via Nazionale: sfollati due fratelli
Lo stabile del crollo

Torre del Greco. L’allarme è scattato intorno alle 21, quando sono venuti giù i primi calcinacci: un campanello d’allarme capace di convincere G.S. e M.S. – due fratelli di 50 anni e 48 anni – a uscire dal proprio appartamento al primo piano di un vecchio stabile di via Nazionale e a chiedere l’intervento dei vigili del fuoco per le verifiche del caso.

Una fuga provvidenziale, perché – a distanza di qualche minuto – all’interno dell’abitazione si è verificato un pauroso crollo, con lo schianto del solaio di copertura della cucina al suolo. In pochi minuti, insieme ai pompieri del distaccamento di via Calastro, sono arrivati i tecnici dell’ufficio dissesti statici del Comune e gli agenti di polizia municipale: sono bastati pochi minuti agli «esperti in crolli» del municipio per accertare la causa del cedimento strutturale: un’infiltrazione d’acqua proveniente dai lastrici solari dell’edificio, capace di «indebolire» il solaio dell’appartamento. Reso letteralmente impraticabile, con i maggiori danni rilevati in cucina e in bagno: alla luce dei potenziali pericoli, i due fratelli – rimasti gli unici inquilini dell’immobile, dopo la recente perdita della madre – sono stati sgomberati fino all’esecuzione dei necessari interventi di messa in sicurezza.

Il cinquantenne e il quarantottenne sono stati momentaneamente alloggiati in una stanza dell’hotel Poseidon, in attesa dei lavori. Si tratta del secondo crollo dall’inizio del 2021, a conferma del delicato «stato di salute» di decine di immobili all’ombra del Vesuvio. In precedenza – a metà gennaio – a fare scattare l’allarme era stato un crollo in un quartino di primo vico Trotti: due anziani e un figlio con problemi di disabilità furono sfollati per scongiurare il rischio-tragedie.

©riproduzione riservata

CRONACA