Gragnano. Corsa alle elezioni: già 3 candidati sindaco ma niente partiti

Elena Pontoriero,  

Gragnano. Corsa alle elezioni: già 3 candidati sindaco ma niente partiti

Niente di nuovo rispetto alle elezioni comunali 2016 che avevano nascosto il mix delle diverse anime politiche dietro simboli creati ad hoc. Perché se è vero che sul fronte della coalizione a sostegno di Patrizio Mascolo, attuale leader di opposizione, sponsorizzato dal consigliere regionale forzista Annarita Patriarca, c’è posto anche per il gruppo capitanato da Silvana Somma, segretaria cittadina del Pd, è vero anche che stessa identica situazione si respira nel gruppo a sostegno del sindaco uscente Paolo Cimmino, di chiara ideologia democrat, ma affiancato anche dal vicesindaco Nello D’Auria, di Forza Italia. A tal proposito, ultimo a ufficializzare da che parte stare è proprio il capogruppo della civica GHub, D’Auria, che ha deciso di restare in silenzio. Un solo post affidato ai social per garantire la presenza alle prossime elezioni comunali ma senza precisare in che veste: «Un lungo e costruttivo periodo di incontri, confronti, idee per la città e programmi condivisi, ha portato Gragnano Bene Comune e Gragnano Hub a fare squadra stringendo un sodalizio collaborativo – scrive l’attuale vicesindaco – Entrambi i gruppi hanno un suffisso comune: Gragnano. Da qui si parte. L’obiettivo è far crescere la città, di lavorare insieme a strategie di sviluppo e di fare scelte condivise. Si cresce solo se si allarga il proprio orizzonte, se ci si apre accogliendo altri punti di vista. Con GragnanoBeneComune e GragnanoHub crescerà Gragnano». E a scoprire le carte per metà è anche il terzo polo, ufficializzato dall’ex sindaco Michele Serrapica, militante nel centrodestra, con tre liste già formate, in attesa di completare il gruppo con altre due civiche. Perché anche in questo caso si tratta di civiche, no partiti. A restare in posizione neutra è anche il neo-gruppo coordinato da Carmine Troiano, ex presidente del Pd cittadino, e adesso responsabile locale di Più Europa-Golfo di Napoli, traghettato nella zona dei Lattari dal rappresentante provinciale Francesco Somma. Confronti aperti su tutti i fronti con tanto di linee programmatiche nelle mani, per poter conquistare fiducia e consensi. E a proposito di vittoria, questa volta «non si sbaglia, solo con la coalizione vincente», aveva sottolineato a doppia riga Somma, responsabile Pd locale e ambita in qualità di sostenitrice sia dal sindaco Cimmino che dall’antagonista Mascolo.

CRONACA