Sorrento. Nuovo segretario comunale: 100 candidati per l’incarico

Salvatore Dare,  

Sorrento. Nuovo segretario comunale: 100 candidati per l’incarico

Una poltrona decisamente ambita ed importante. E’ quella del segretario generale del Comune di Sorrento che è al centro di un vero e proprio “assalto” di professionisti e “manager” di mezz’Italia. Ci sono almeno un centinaio di candidati che cercano il posto. Il neo sindaco Massimo Coppola, di recente, ha ufficializzato la decisione di interrompere il rapporto lavorativo e di collaborazione con la dottoressa Elena Inserra, per dieci anni consecutivi segretario del Comune con l’ex primo cittadino Giuseppe Cuomo. Il primo cittadino di Sorrento sta incontrando in queste ore al palazzo municipale alcuni tra i quasi cento professionisti, molti dei quali provenienti da fuori regione, che hanno inviato la propria candidatura. «Ho voluto incontrarli personalmente, dopo avere analizzato i rispettivi curricula – spiega il primo cittadino di Sorrento – Si tratta infatti di una decisione importante, fondamentale per il futuro dell’azione amministrativa, che è e sarà sempre improntata alla massima trasparenza. In controtendenza rispetto a quando avviene abitualmente, sceglieremo nelle prossime ore il nuovo segretario comunale sulla base delle competenze e delle capacità che avranno maturato nel corso della loro esperienza. L’altissimo numero di aspiranti conferma da un lato la grande attrattiva che esercita la nostra città, dall’altro la diffusa volontà di entrare a fare parte di una squadra dinamica ed entusiasta che intende realizzare grandi progetti per questa città». A quanto pare, entro la fine della settimana, il nome del nuovo segretario potrebbe essere ufficializzato. La lista dei papabili non è pubblica né filtrano ulteriori spifferi sulle mosse della fascia tricolore di Sorrento. Certo è che Coppola sta attuando una manovra già pensata a lungo nel corso della campagna elettorale. Ed in tal senso può essere letto il via libera alla firma di una convenzione con il Comune di Torre Annunziata per quanto riguarda l’ingegnere Alfonso Donadio. Da diversi anni funzionario presso il municipio di Sorrento, il tecnico di recente ha iniziato a lavorare anche presso la casa comunale di Torre Annunziata. Una decisione maturata dal sindaco torrese Vincenzo Ascione che nel bel mezzo della tempesta giudiziaria legata all’arresto per corruzione dell’ormai ex capo dell’ufficio tecnico Nunzio Ariano ha chiesto e ottenuto dall’amministrazione di Sorrento l’impiego del dipendente comunale. Il rapporto con il Comune di Torre Annunziata non dovrebbe comunque portare a una proroga della convenzione per Donadio superiore a tre mesi anche perché l’amministrazione oplontina – nel bel mezzo delle indagini per mazzette sugli appalti – potrebbe nominare il rimpiazzo di Ariano a stretto giro e al di là dell’ipotesi, comunque in piedi, di una sfiducia nei confronti di Ascione. Sia chiaro: si tratta di dinamiche che incidono comunque sulla pianta organica del Comune di Sorrento che, nei settori dell’edilizia, dove lavora Donadio, ha comunque una carenza di personale abbastanza marcata.

CRONACA