Elezioni a Vico Equense, l’opposizione si divide

Salvatore Dare,  

Elezioni a Vico Equense, l’opposizione si divide

Mentre bisogna ancora capire se davvero sarà ricandidato a sindaco il primo cittadino uscente Andrea Buonocore, è ormai alquanto chiaro che la minoranza, anche extra consiliare, non sarà unita. Non ci sarà un fronte unico da proporre contro l’attuale maggioranza. Potrebbero essere allestite almeno un paio di “piattaforme”, civiche, perché se da una parte è confermato il ritorno in campo di Maurizio Cinque, già consigliere comunale di opposizione sconfitto al ballottaggio di cinque anni fa per appena trentadue preferenze personali, è altrettanto certo che l’altra “corrente”, quella che fa capo agli esponenti di opposizione Rossella Staiano e Ciro Maffucci, correrà da sola. Senza dimenticare che alla partita delle Comunali 2021 dovrebbe prendere parte pure il Partito democratico guidato dal segretario cittadino Tommaso de’ Gennaro. I dem di Vico Equense stanno ragionando sulla strategia elettorale anche perché bisogna cancellare la brutta figura politica fatta nel 2016. Allora, il Pd sembrava ormai ad un passo dall’accordo con Maurizio Cinque ma la mattina dell’ultimo giorno utile per la presentazione di simboli, candidati e liste cambiò tutto. Il Partito democratico decise di cambiare candidato, sostenne Buonocore ma venne escluso perché la documentazione era carente. Ne nacque un polverone incredibile con l’esclusione confermata dalla commissione elettorale mandamentale e dalla magistratura amministrativa, con un’inchiesta della Procura di Torre Annunziata aperta a causa delle numerose denunce presentate. A ciò si aggiunge pure lo schieramento che fa capo all’avvocato Giuseppe Dilengite. L’ex sindaco di Vico Equense ha chiarito ufficialmente, pure sui social network, la propria volontà di recitare un ruolo da protagonista, assieme ad esponenti della società civile, verso le elezioni Comunali. Ma non è stato precisato se Dilengite sarà candidato sindaco o sosterrà una squadra alternativa alla maggioranza. Si vedrà. In ogni caso, una posizione importante per le urne è ricoperta da Gennaro Cinque. Il consigliere regionale, ex sindaco di Vico Equense ed assessore con delega ai lavori pubblici della giunta Buonocore, ha recentemente aperto una sezione dell’Udc – il suo nuovo partito con cui è stato eletto a Palazzo Santa Lucia – nella frazione di Moiano. Sicuramente ci sarà una lista dello scudocrociato benedetta dallo stesso Cinque, che dopo aver dovuto lasciare – per incompatibilità col ruolo di consigliere regionale – l’esecutivo cittadino è stato prontamente ripescato da Buonocore che l’ha nominato componente della cabina di regia comunale. Un incarico totalmente gratuito che permette all’attuale consigliere regionale di rimanere in prima linea all’interno della macchina comunale di Vico Equense su settori di assoluta importanza. Si stanno moltiplicando le voci che danno Cinque pronto a valutare anche la possibilità di scegliere un candidato differente da Buonocore anche perché nelle fila della maggioranza esistono posizioni smarcate. Insomma: c’è tanta carne sul fuoco. Senza dimenticare che bisognerà vedere se i rappresentanti cittadini di Lega e Movimento Cinque Stelle vorranno presentare liste e simboli.

CRONACA