Castellammare. Cambia la giunta, Cimmino nomina sei nuovi assessori

Tiziano Valle,  

Castellammare. Cambia la giunta, Cimmino nomina sei nuovi assessori

Il sindaco battezza la nuova giunta. E’ andato in scena ieri, nell’aula consiliare di Palazzo Farnese, il passaggio di consegne tra vecchi e nuovi assessori. Ne mancava uno, a dire il vero. Perché il nodo sul settimo componente della nuova squadra di governo (che dovrebbe avere le deleghe allo Sport e agli Eventi), non è stato ancora sciolto. Ma è una questione tutta interna alla lista Cimmino Sindaco, con il colpo di coda del presidente del consiglio comunale Vincenzo Ungaro che in extremis è tornato a proporsi come assessore o in alternativa come sponsor di uno dei nomi che dovrà esprimere il gruppo.

Il primo della lista Cimmino Sindaco è quello di Fulvio Calì, assessore all’Urbanistica, che avrà tra le sue deleghe anche il Recovery Plan, perché l’amministrazione comunale di Castellammare di Stabia ha l’ambizione di presentare progetti che potrebbero essere finanziati con i fondi messi a disposizione dall’Europa dopo l’emergenza Covid. Per il secondo nome invece, la discussione è andata avanti fino a tarda sera. A quanto pare avrebbe perso quota la candidatura dell’avvocato Gaetano De Stefano, mentre avrebbe riconquistato terreno quella di Rosanna De Simone, commerciante e consigliera del Comitato Campania della Figc, candidata nel 2016 nella lista Stabia Ora, capitanata proprio da Vincenzo Ungaro. L’ultimo nodo sarà sciolto in extremis, ma è un passaggio fondamentale per non far saltare l’annunciata staffetta alla presidenza del consiglio comunale tra Vincenzo Ungaro ed Emanuele D’Apice.

Per il resto la giunta è già fatta da giorni. Tra i nuovi assessori, il primo ad arrivare ieri mattina a Palazzo Farnese è stato Amedeo Di Nardo, nipote di Nello, coordinatore cittadino di Forza Italia, che avrà le deleghe al Bilancio e al Piano Urbano di Mobilità. Di Nardo è arrivato alle 10.30 al Comune ed è rimasto per circa mezz’ora a discutere con il sindaco Gaetano Cimmino. Sul tavolo il bilancio preventivo che dovrà essere approvato entro il 31 marzo, ma di fatto è stato già preparato dall’assessore uscente Stefania Amato.

Forza Italia acquisirà maggiore peso nella nuova squadra di governo, perché esprimerà il vicesindaco Antonio Cimmino. Per il capogruppo consiliare degli azzurri, che lascerà il suo posto in aula al primo dei non eletti Alfonso Lucarelli, si profila un superassessorato con le deleghe ai Lavori Pubblici e all’Ambiente.

Completeranno la squadra di governo cittadino, come anticipato nei giorni scorsi: la professoressa del Liceo Plinio Seniore Maria Romano, in quota Fratelli d’Italia, con delega all’Istruzione; l’architetto Noemi Verdoliva, nominata dalla Lega, per il nuovo assessorato al Turismo e al Marketing Territoriale; l’avvocato Sabrina Di Gennaro, leader della civica Solo Per Castellammare, alle Politiche Sociali. Quest’ultima farà spazio in consiglio comunale ad Annamaria Maiello.

La buona notizia per Cimmino arriva da un confronto che si è svolto sempre nella giornata di ieri con i fedelissimi della consigliera regionale Annarita Patriarca, e in particolare con la consigliera Vincenza Maresca che ha confermato il suo sostegno all’amministrazione.

CRONACA