Torre del Greco, promossa a pieni voti l’assistenza di prossimità ai malati di Covid-19

metropolisweb,  

Torre del Greco, promossa a pieni voti l’assistenza di prossimità ai malati di Covid-19
Piazza Luigi Palomba a Torre del Greco

Assistenza ai malati Covid a Torre del Greco: 50 interventi in due settimane grazie al numero verde

Torre del Greco. Sono direttamente i cittadini costretti all’isolamento domiciliare a decretare il successo dell’assistenza di prossimità-emergenza Coronavirus, il servizio voluto dal Comune e affidato alle cooperative sociali Themis e Alice Onlus. Boom di telefonate al numero verde 800.171636 a cui rispondono operatori appositamente formati per aiutare le famiglie in quarantena a sbrigare le pratiche quotidiane rese complicate dallo stato di isolamento.

Proprio la professionalità di tutte le figure individuate dalle cooperative sono al centro dei commenti di chi è dovuto ricorrere alle prestazioni del servizio di assistenza di prossimità. È il caso di Antonella Matarese, entrata in empatia con le persone poste dall’altra parte del telefono già al primo contatto: «Per ovvie ragioni – racconta – non le ho mai viste, ma spero un giorno di avere il piacere di incontrarle. Sono state disponibili e mi hanno aiutato a superare le difficoltà materiali e oggettive imposte dallo stato di isolamento domiciliare».

Sulla stessa lunghezza d’onda Andrea Montagna, la cui moglie ha contratto il virus: «Abbiamo dovuto interrompere il lavoro – sottolinea -. Per fortuna abbiamo trovato sulla nostra strada questi professionisti che ci hanno dato una mano importantissima». Parla di «assistenza ottima» Gerardina Garofalo che si è rivolta al servizio per aiutare la zia: «Non ci hanno mai lasciati soli. Anzi, erano direttamente gli operatori a contattarci per sapere come andava».

A chiudere il giro dei commenti Elion D’Orsi, la cui moglie è risultata positiva: «Abbiamo figli piccoli in casa e sarei dovuto partire per lavoro. Invece siamo stati costretti a restare tutti a casa. Senza un’assistenza così attenta sarebbe stato difficile occuparci anche delle cose considerate in tempi normali del tutto semplici».

@riproduzione riservata

CRONACA