Castellammare, 26 nuovi positivi al Covid-19. Il sindaco allenta la stretta, negozi aperti fino alle 19

Redazione,  

Castellammare, 26 nuovi positivi al Covid-19. Il sindaco allenta la stretta, negozi aperti fino alle 19

La Regione Campania e l’Asl Na 3 Sud hanno comunicato che sono 26 i cittadini di Castellammare di Stabia risultati positivi al coronavirus (Covid-19) il 24 marzo 2021. Tra i nuovi contagiati ci sono un bimbo di 5 anni, un 16enne, due 81enni ed un 84enne. 12 persone stanno accusando sintomi lievi della malattia, 1 sintomi severi, i restanti sono asintomatici. Sono stati lavorati complessivamente 355 tamponi per cui la percentuale dei nuovi positivi rispetto ai tamponi effettuati è al 7,3%. Alto il numero dei guariti: 76 gli stabiesi che hanno sconfitto il coronavirus. Così il sindaco di Castellammare sulla sua pagina Facebook.

Con il miglioramento della situazione, Cimmino ha deciso di allentare la stretta in città. Sarà concesso ai negozi di chiudere alle 19. Una concessione importante visto l’avvicinarsi della Pasqua.

“Tra le principali misure che inaspriscono le disposizioni dell’Area Rossa tuttora in vigore in Campania, ci sono le restrizioni per gli esercizi commerciali di vendita al dettaglio, la cui attività sarà consentita dalle ore 5 fino alle ore 19. La vendita con consegna a domicilio è consentita invece fino alle ore 22 per gli esercizi di vendita di generi alimentari e per gli esercizi di vendita di saponi, detersivi e affini. Inoltre le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie e similari) sono consentite: sia nella forma di ristorazione con asporto sia nella forma di ristorazione con consegna a domicilio nella fascia oraria dalle ore 5 alle ore 19. Ed esclusivamente con consegna a domicilio dalle ore 19 in poi. In tale fascia oraria la consegna a domicilio non è consentita a bar e altri esercizi simili senza cucina. Il mercato rionale del San Marco sarà riaperto per le giornate di martedì e sabato, esclusivamente per la vendita di generi alimentari, garantendo il contingentamento degli accessi. L’accesso alla villa comunale e agli arenili è consentito dalle ore 7.30 alle ore 8.30, in linea con l’ordinanza regionale n. 10 del 21 marzo 2021.”

CRONACA