Sorrento, niente processioni. Stop anche all’idea di visite contingentate per il Cristo morto

Redazione,  

Sorrento, niente processioni. Stop anche all’idea di visite contingentate per il Cristo morto

Miserere cantato dai balconi. Marce funebri e musiche in filodiffusione. Anche quest’anno la città di Sorrento è costretta a dover rinunciare ai tradizionali riti della Settimana Santa. Stanotte ci sarebbe stata la processione bianca dell’Arciconfraternita di Santa Monica, domani sera invece la nera dell’Arciconfraternita della Morte. E invece, a causa delle restrizioni anti Covid 19, nessun corteo.

C’è forte amarezza anche perché si era pensato di esporre le statue del Cristo morto e della Madonna sugli altari delle chiese e consentire – nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale, con transenne e impiego di volontari della protezione civile – le visite dei fedeli, per un “saluto”. E invece nulla di fatto visto anche il “parere negativo” della Curia guidata dall’arcivescovo Francesco Alfano. A Sant’Agnello e Piano di Sorrento, invece, già nei giorni scorsi, i simulacri sono stati posizionati sugli altari delle chiese aperte consentendo visite ovviamente contingentate.

E, seppur non vi siano commenti ufficiali, questa circostanza ha destato ulteriore rammarico a Sorrento.

CRONACA