Torre del Greco, abusi edilizi nel cantiere della Nu: sequestro e sei denunce

Alberto Dortucci,  

Torre del Greco, abusi edilizi nel cantiere della Nu: sequestro e sei denunce
Il cantiere sotto sequestro

Torre del Greco. Sono stati necessari due controlli in 24 ore, ma – al termine di «certosine» verifiche in tandem con il personale dell’ufficio tecnico del Comune e gli agenti del locale commissariato di polizia – i vigili urbani hanno effettuato un nuovo sequestro nel cantiere Nu di viale Europa. Non c’è pace per il settore rifiuti all’ombra del Vesuvio: non bastassero le croniche emergenze legate al servizio di raccolta, sotto i riflettori finiscono i lavori – rigorosamente abusivi, secondo gli uomini in divisa guidati dal comandante Salvatore Visone – realizzati all’interno dell’area utilizzata come «base operativa» dalla ditta Buttol, il colosso ambientale con sede legale a Sarno incaricato dei servizi di igiene urbana a Torre del Greco.

La soffiata e i blitz

A due anni e mezzo dalle polemiche relative alla mancata sanatoria degli abusi edilizi realizzati presso l’immobile di viale Europa – la questione è stata successivamente messa a tacere – i caschi bianchi del comando di via Costantinopoli sono stati allertati da una soffiata anonima arrivata dal quartiere Leopardi: «Ci sono lavori in corso nel cantiere della Nu», la segnalazione del «corvo dei rifiuti». In effetti, al proprio arrivo, i caschi bianchi e i poliziotti guidati dal primo dirigente Antonietta Andria si sono trovati davanti a interventi di sistemazione del massetto di cemento all’interno dell’area utilizzata per il parcheggio dei compattatori. Opere commissionate dal proprietario dell’immobile e regolarmente autorizzate dall’ente di palazzo Baronale. Tuttavia, durante le verifiche di rito, le forze dell’ordine avrebbero rilevato diverse difformità rispetto ai precedenti permessi: i lavori sono stati fermati e l’area oggetto degli interventi posta sotto sequestra, in attesa degli ulteriori riscontri del caso. Sei le persone denunciate dalla polizia per abusivismo edilizio.

Le ricadute sul servizio

Fortunatamente, al momento, non ci dovrebbero essere ricadute sulla raccolta dei rifiuti. La «doppia visita» dei vigili urbani ha consentito, infatti, alla ditta Buttol di spostare tutti i compattatori parcheggiati nella «base operativa» e comunicare la nuova area per la sosta dei mezzi al direttore esecutivo del contratto. Dunque, non ci dovrebbero essere ulteriori disagi per i cittadini sebbene la vicenda rilanci la questione della necessità di individuare un’area idonea da destinare a cantiere Nu. Non a caso, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Palomba spinge per la realizzazione di un centro servizi in viale Sardegna, la traversa di via Nazionale in cui si tiene il mercato ortofrutticolo. Un progetto fino a oggi frenato da dubbi e veleni sollevati dall’opposizione in merito alla fattibilità del piano.

(c)riproduzione riservata

CRONACA