Schianto contro un muro in piazza a San Giuseppe Vesuviano, sono gravissimi i due giovani coinvolti

Andrea Ripa,  

Schianto contro un muro in piazza a San Giuseppe Vesuviano, sono gravissimi i due giovani coinvolti

Un boato nel cuore della notte spaventa San Giuseppe Vesuviano. Dall’auto ridotta un cumulo di lamiere si sente appena un urlo che oltrepassa il vetro scheggiato del parabrezza. All’interno dell’abitacolo due giovani, due ventenni, sono feriti. Hanno bisogno di cure. Sono le immagini a cui hanno dovuto assistere i residenti di piazza Garibaldi, via Armando Diaz e via Giuseppe Ammendola, svegliati di soprassalto – poco dopo la mezzanotte – a causa di un terribile incidente verificatosi proprio nel punto in cui le tre strade si incrociano. Poco lontano dalla mini-rotatoria, che è lo snodo cruciale per la viabilità in quel tratto di strada. San Giuseppe Vesuviano prega per i due ragazzi ricoverati in codice rosso in ospedale, trasportati d’urgenza prima a Nola al pronto soccorso e poi a Napoli, all’ospedale del Mare, dove saranno sottoposti a scrupolosi controlli nelle prossime ore. L’auto su cui i due viaggiavano è andata distrutta a seguito dell’impatto. La vettura, infatti, s’è scontrata contro un muretto adiacente all’agenzia di pompe funebri che s’affaccia proprio sulla strada. E’ stato proprio quel muretto ad arrestare la corsa dei due giovani che ora sono gravemente feriti in ospedale. Uno schianto che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi. A soccorrerli, oltre ai medici del 118 allertati da alcuni cittadini sangiuseppesi, sono stati proprio i residenti della zona, scesi in strada dopo il grosso spavento per il boato nella notte. Alcuni hanno tirato fuori i ragazzi dall’auto, supportando i medici nelle operazioni di trasferimento sulla barella. Resta oscura la dinamica del terribile impatto, la vettura probabilmente proveniente da via Armando Diaz ad alta velocità è uscita fuori strada proprio al momento di girare verso via Ammendola. Sui due giovani, oltre agli esami per accertare la presenza di fratture ed ematomi, sono stati effettuati i test per accertare se fossero sotto effetto di alcol o droghe.

CRONACA