Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

Gennaro Annunziata,  

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio
Resistente agli urti, offre una protezione di livello militare, conforme allo standard MIL-STD 810G1

Sono passati 10 anni da quando è stato presentato il primo Chromebook, il computer portatile con Chrome OS, il sistema operativo basato sul cloud, porta di accesso all’ecosistema Google. La pandemia da Covid-19 ha fatto comprendere, laddove ce ne fosse bisogno, quanto i PC siano parte integrante ed importante delle nostre vite. Proprio in questo difficile periodo, gli oltre 100 milioni di Chromebook utilizzati nel mondo da consumatori, aziende, studenti ed insegnanti, hanno dimostrato le loro potenzialità e la capacità di adattarsi a diversi ambiti e funzioni.

Chi cerca un laptop con questo sistema operativo, che sia affidabile e potente, in grado di proteggere adeguatamente i dati e, perché no, abbia anche un bell’aspetto, dovrebbe prendere in considerazione il Chromebook 714 di Acer.

Ha un aspetto elegante che visivamente trasmette una sensazione premium e, allo stesso tempo, è resistente all’usura dell’uso quotidiano, grazie al robusto telaio, realizzato interamente in alluminio, che soddisfa lo standard militare USA MIL-STD 810G1.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

Infatti è in grado di sopportare carichi di peso fino a 60 kg, di resistere a urti accidentali, a flessione e torsione, e a cadute da oltre un metro. Il rivestimento superficiale di colore grigio scuro, ottenuto senza uso di vernici, non trattiene le impronte, migliora la dissipazione del calore e la resistenza del materiale

Grazie alle sue dimensioni compatte (323×238,6×17,70 mm) e al peso non eccessivo (1,6 kg) è comodo da tenere in mano e si può inserire agevolmente in una ventiquattrore o in uno zaino.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

Da chiuso, sulla faccia superiore, spiccano il logo ACER, cromato, e quello Chrome. Su quella inferiore sono presenti piedini in gomma per migliorare la stabilità sulla superficie di appoggio, le prese d’aria per la ventilazione e, sui bordi sinistro e destro, le feritoie degli speaker stereo, che offrono una qualità audio appena sufficiente.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

Sul bordo laterale sinistro c’è una porta USB-C, un LED indicatore di batteria, una porta USB-A 3.1 Gen 1 e un jack audio da 3,5 mm. Sul destro, uno slot per microSD, una porta USB-C e uno slot blocco Kensington. Le due USB-C sono 3.1 Gen 1 e possono essere utilizzate entrambe per ricaricare il PC (necessario un alimentatore che eroghi almeno 45 W a 12/18~20 V), per il trasferimento rapido dei dati (fino a 5 Gbps), per la connessione a un display esterno e per la ricarica di altri dispositivi (fino a 3 A a 5 V CC).

Nel caso fossero necessarie altre porte, è disponibile, come optional, la USB Type-C Dock, che trasforma il CB 714 in una vera stazione di lavoro, mettendo a disposizione anche porte HDMI e Ethernet.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

Una resistente cerniera consente l’apertura fino a 180 gradi del coperchio, che, una volta sollevato, mostra un bellissimo schermo 16:9 da 14”, che ha cornici lateralmente sottilissime (6,18 mm), meno in basso e in alto, dove sono integrati due efficienti microfoni e una webcam HD con ampio campo visivo grazie ad un obiettivo a 75°.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

Il display, con risoluzione Full HD (1920×1080), è un IPS con retroilluminazione a LED, che offre elevati angoli di visione (fino a 178°), colori vividi ma una luminosità non elevata e non sempre sufficiente a lavorare in condizioni di luce sfavorevole. Lo schermo dell’unità oggetto di questa recensione è touch, un elemento che migliora non poco l’esperienza d’uso.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

La tastiera di dimensioni standard ha pulsanti retroilluminati e ben distanziati tra di loro, che offrono un buon feedback tattile senza essere troppo rumorosi.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

Appena sotto la tastiera a destra, c’è un lettore di impronte digitali, che aumenta il livello di sicurezza, offrendo un modo rapido e sicuro per sbloccare il laptop. Da segnalare che i dati dell’impronta digitale sono memorizzati in Chromebook stesso, non sul cloud, per proteggere l’identità dell’utente.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

Il touchpad ha una grande superficie in Corning Gorilla Glass che è piacevole da toccare ed è resistente ai graffi e all’umidità. Consente una navigazione agevole attraverso app e siti web. Offre, inoltre, la funzionalità click-anywhere.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

All’interno un processore Intel Core i3-8130U, un dual core con clock a 2,2 GHz (in Turbo boost un singolo core può salire fino a 3,4 GHz) supportato da 8 GB di RAM DDR4 e da una scheda video condivisa Intel UHD Graphics 620. L’unità di memoria allo stato solido è da 128 GB. Questa dotazione hardware, che con il sistema operativo Windows sarebbe appena sufficiente, con Chrome OS rende questa macchina un top di gamma, in grado di gestire carichi di lavoro pesanti senza alcun problema, restando sempre fluida e veloce. È il PC ideale per attività di elaborazione intense, come la gestione di grandi fogli di calcolo e la transcodifica video.

Per quanto riguarda la connettività sono presenti disposizione Wi-Fi Dual Band AC 802.11ac/a/b/g/n 2×2 e Bluetooth 4.2.  La batteria agli ioni di litio da 56 Wh, accreditata da Acer di un’autonomia massima di 12 ore, durante la nostra prova, ci ha sempre consentito di restare almeno 9 ore senza dover ricaricare.

Chromebook 714, il laptop con lo chassis in alluminio

A bordo è installato Chrome OS, un sistema operativo open source basato su Linux, pensato per utenti che utilizzano il computer per la maggior parte del tempo collegati ad Internet. È contraddistinto da un tempo di avvio bassissimo (solo 8 secondi), da estrema facilità d’uso, elevata sicurezza (aggiornamenti automatici in background e più livelli di sicurezza per proteggere dalle minacce online) e basso impatto sulla batteria. L’interfaccia utente, molto simile a Google Chrome, su cui deriva al 90%, è studiata per favorire l’apprendimento ed offre facile accesso alle app di produttività (Google Docs, Gmail e altro) presenti sulla barra delle applicazioni. Cliccando sull’icona Utilità di avvio, in basso a sinistra, si visualizza la pagina di avvio che è il modo più rapido per cercare qualcosa. Disponibile anche l’Assistente Google, che sfrutta l’elaborazione del segnale vocale con doppio microfono, per recepire i comandi impartiti da qualsiasi angolo di una stanza, anche in presenza di rumori ambientali.

È possibile aggiungere al Chromebook applicazioni web (applicazioni di Chrome), funzioni per il browser (estensioni) e app Android. Le applicazioni Chrome funzionano allo stesso modo dei normali programmi per i computer desktop, ad eccezione per quelle che devono essere eseguite esclusivamente sul web. Le estensioni offrono funzioni personalizzate per il browser Chrome. Sui Chromebook, infine, girano anche le app Android dei dispositivi mobili. Le applicazioni e le estensioni Chrome sono disponibili nel Chrome Web Store, le app Android si possono invece scaricare dal Google Play Store. Se non bastasse questo, gli utenti più evoluti posso sfruttare l’intero parco di programmi compatibili con Linux.

Come altri Chromebook, anche il 714 di Acer facilita la vita agli amministratori IT, che, con la gestione basata su Web, sono in grado di controllare gli aggiornamenti, configurare app ed estensioni, attivare policy e altro, aumentando i tempi di attività e riducendo il TCO (total cost of ownership).

Il Chromebook 714 è disponibile nello store del produttore a partire da 649 euro per la versione con 8 GB di SDRAM e 64 GB senza schermo touch. Servono 100 euro in più per la versione con 16 GB/128 GB e display touch. Fa parte del Programma Acer Reliability Promise che prevede il rimborso del 100% sul prezzo di acquisto se il prodotto presenta un guasto e viene riparato in garanzia entro il primo anno.

Gennaro Annunziata

CRONACA