Vaccini, in Campania 72.000 adesioni tra 50 e 59 anni: al via le prenotazioni

Redazione,  

Vaccini, in Campania 72.000 adesioni tra 50 e 59 anni: al via le prenotazioni

In Campania cala la curva dei contagi ma altri 37 morti di Covid

Dopo il via libera arrivato ieri sera, in poche ore, già sono 72.000 i cittadini campani che hanno dato l’adesione per la vaccinazione della fascia 50-59 anni che è stata aperta oggi. In tutto, dai dati Istat, in Campania ci sono 868.000 cittadini di questa fascia d’età che raccoglie una fetta notevole di persone che lavorano. Le convocazioni, come precisa il messaggio che si riceve al momento della registrazione, si attiveranno con l’arrivo di nuovi quantitativi di vaccini. Resta intanto ancora aperta l’adesione dei cittadini della fascia do età 60-69 anni che sono in Campania 670.000. Di questa categoria hanno aderito sinora 202.000 cittadini a cui va aggiunta una larga fetta di cittadini che hanno aderito nell’ambito delle categorie professionali che venivano usate nei mesi precedenti come docenti universitari, dirigenti e docenti scolastici, personale ATA, forze dell’ordine. In tutto, si stima da fonti dell’Unità di Crisi della Campania circa 200.000 cittadini di quella fascia d’età non hanno ancora aderito. Le autorità sanitarie regionali continueranno a stimolarne l’adesione anche attraverso i medici di base o con iniziative come quella messa in campo domenica dall’Asl Napoli2 che ha fatto una giornata di vaccinazioni libere ai 60-69, senza convocazioni, che ha avuto buoni risultati. Intanto si registra un calo della curva del contagio in Campania. Infatti, si registrano oggi 1.654 positivi – 1126 asintomatici e 528 sintomatici – su 18.035 tamponi effettuati. Il tasso è del 9,17% rispetto all’11,28 di ieri. 37 i morti, per un totale di 6305 complessivi da inizio pandemia. Cala l’occupazione di posti in terapia intensiva (136 oggi rispetto ai 141 di ieri) e di degenza ordinaria (1506 a fronte dei precedenti 1527). L’Unità di crisi della Regione Campania comunica che i cittadini che hanno effettuato regolarmente l’adesione alla campagna vaccinale in categorie specifiche (docenti universitari, dirigenti e docenti scolastici, personale ATA, etc…) sono stati automaticamente collocati dal sistema telematico nella rispettiva fascia d’età. Le Asl competenti procederanno alla loro convocazione. La riallocazione delle categorie come docenti universitari, dirigenti e docenti scolastici e personale ATA è stata decisa in Campania rispettando l’ordinanza del commissario nazionale per il covid19 Francesco Paolo Figliuolo che impone di procedere per fasce di età. Ovviamente, ricordano fonti dell’Unità di Crisi della Campania, questa ricollocazione riguarda solo chi deve fare ancora la prima dose del vaccino. Tutti coloro che hanno già ricevuto la prima dose verranno invece convocati per il richiamo regolarmente secondo il timing della seconda dose e non aspettando che parta la propria fascia di età.

CRONACA