«Dimentica» l’eredità da 100.000 euro e incassa il reddito di cittadinanza: denunciato 48enne di Gragnano

metropolisweb,  

«Dimentica» l’eredità da 100.000 euro e incassa il reddito di cittadinanza: denunciato 48enne di Gragnano

”Dimentica” di segnalare una variazione patrimoniale da 130.000 euro derivante da una successione ereditaria e continua a percepire indebitamente il reddito di cittadinanza. Per questo motivo, dopo gli opportuni accertamenti, l’uomo si è visto raggiunto da un decreto di sequestro preventivo d’urgenza per complessivi 9.000 euro.

Protagonista un 48enne di Gragnano (Napoli) che, stando alle risultanze investigative, avrebbe indebitamente percepito dall’aprile 2019 al gennaio 2020 le rate mensili del sussidio. Ad eseguire il decreto, emesso dalla Procura di Torre Annunziata, sono stati gli uomini della Guardia di Finanza oplontina.

In particolare, sulla base dell’attività investigativa sviluppata dai finanzieri della compagnia di Castellammare di Stabia, è emerso che l’indagato, durante il periodo in cui ha beneficiato del reddito di cittadinanza, avrebbe omesso di comunicare nei termini di legge un’intervenuta variazione del proprio patrimonio per un importo di oltre 130.000 euro a seguito di successione ereditaria.

”Tale omessa tempestiva comunicazione – spiega il procuratore della Repubblica di Torre Annunziata, Nunzio Fragliasso – ha comportato l’indebita percezione delle rate”. Sottoposte a sequestro la carta Postamat Rdc dell’uomo e una somma di denaro in contanti pari a quanto percepito senza titolo. ”La condotta fraudolenta accertata – conclude Fragliasso – sarà segnalata all’Inps per l’adozione dei provvedimenti di sua competenza”.

CRONACA