Scafati. Non ha votato il bilancio, la maggioranza: «Il consigliere si dimetta»

Adriano Falanga,  

Scafati. Non ha votato il bilancio, la maggioranza: «Il consigliere si dimetta»

Scafati. Finisce sulla graticola il presidente della commissione Bilancio Nicola Cascone. L’esponente di maggioranza si era astenuto dal votare il bilancio di previsione, non risparmiando polemiche sia per la stesura del documento che all’indirizzo dei suoi colleghi rei di aver boicottato un emendamento da lui presentato, e di conseguenza bocciato. Il bilancio però è il documento politico programmatico dell’azione amministrativa, non votarlo significa non condividere le intenzioni della sua stessa amministrazione. Cascone, che pure ha avuto in seguito un confronto con il sindaco Salvati, si è rimesso alla volontà della sua maggioranza. Mercoledì pomeriggio la commissione da lui convocata è stata disertata dai suoi colleghi Ida Brancaccio, Laura Semplice, Antonella Vaccaro e Camillo Auricchio. Gli stessi sembrano intenzionati a chiedere le dimissioni dalla presidenza di Cascone. «Un atto dovuto» aveva dichiarato il sindaco a margine del consiglio comunale, ma il civico di Salvati Sindaco non sembra essere intenzionato. La sua sarebbe stata una protesta, ma ingenuamente non ha considerato, che il voto al bilancio esprime la fiducia all’operato dell’amministrazione, ed è un voto politico. Questa sera presso la sala consiliare Salvati ha convocato la sua coalizione proprio per discutere sulla posizione di Cascone. A rilevare il suo posto alla guida della commissione Bilancio una tra Ida Brancaccio e Laura Semplice. Dovrebbe spuntarla la prima, forte della sua professione di commercialista. Intanto, Michele Grimaldi, segretario del Pd scafatese, fa quadrato attorno a se, registrando l’adesione al partito di Michele Russo, già candidato sindaco e suo collega in consiglio, e quella non meno importante della giovane avvocato Virgilia Fogliame. Quest’ultima ha sostenuto la candidatura di De Luca alle scorse regionali, candidandosi nella civica Campania Libera. Lista alla quale ha aderito anche il papà Antonio, consigliere comunale ed ex candidato sindaco di Forza Italia. «Scafati ha bisogno di un progetto politico idoneo a produrre servizi, innovazioni, soluzioni efficienti nel lungo periodo» le parole di Virgilia Fogliame. «Devo riconoscere che alla mia scelta non risulta estranea l’amicizia di lunga data per le comuni battaglie con il neo-segretario del Pd Letta e la fiducia che ripongo nel suo operato» quelle di Russo. «Tante sono le adesioni che stanno giungendo in questi giorni, dimostrazione importante di un partito che sia nella società che in consiglio comunale segna una presenza autorevole e riconosciuta. Dopo la fallimentare esperienza dell’attuale sindaco abbiamo l’obiettivo di continuare a costruire un fronte civico, democratico e progressista» dice Grimaldi.

CRONACA