Rebus giunta a Portici: no di Cuomo a Pasqua, i tre dissidenti pronti all’addio

metropolisweb,  

Rebus giunta a Portici: no di Cuomo a Pasqua, i tre dissidenti pronti all’addio
Il sindaco Enzo Cuomo

Portici. Sarebbe improponibile il nome di Ornella Pasqua come assessore della giunta targata Enzo Cuomo. Si arricchisce di un nuovo capitolo la storia del rimpasto all’interno dell’esecutivo cittadino, con l’esponente del Pd – proposta al primo cittadino dai tre dissidenti della civica Portici Unita – destinata a vedere naufragare i sogni di «promozione politica». La posizione di Ornella Pasqua, d’altronde, già da tempo è in bilico come dimostrano le dimissioni dalla presidenza della commissione politiche sociali.

Tuttavia, la vera ragione per cui il suo nome sarebbe «improponibile» risalgono non solo alla sua appartenenza politica bensì pure all’assenza dai lavori istituzionali: secondo quanto trapela da palazzo Campitelli,  in particolare dalle stanze della maggioranza, Ornella Pasqua non avrebbe partecipato a numerosi consigli comunali durante l’ultimo anno e avrebbe diverse volte disertato i lavori della commissione. In ultimo, avrebbe un ulteriore veto alla carica di assessore direttamente dal Pd: «Un consigliere comunale – attualmente ancora tesserata – non può essere un assessore di un’altra lista», il ragionamento dei democrat. Insomma, il dato di fatto è che c’è aria di tempesta nell’amministrazione comunale. Una tempesta che si potrebbe trascinare gravi conseguenze sugli equilibri politici perché da un lato c’è Portici Unita pronta a ribadire che senza la nomina di Ornella Pasqua in giunta ci saranno azioni drastiche, e dall’altro il Pd che si oppone se dovesse essere nominata.

Dunque, il sindaco Enzo Cuomo stavolta ha una vera e propria gatta da pelare: una patata bollente che arriva proprio all’ultimo anno del suo mandato da primo cittadino e che adesso rischia di compromettere i lavori istituzionali per assicurarsi lo slancio necessario e l’appeal per un eventuale prossima tornata elettorale. Insomma, sembra chiaro che adesso sia arrivato il momento delle consultazioni tra maggioranza e sindaco per cercare di risolvere i problemi emersi negli ultimi mesi, principalmente causati proprio dai tre dissidenti di Portici Unita.

@riproduzione riservata

CRONACA