La rivoluzione del servizio sosta a pagamento a Poggiomarino: un sistema hi-tech e 5 nuove assunzioni

Andrea Ripa,  

La rivoluzione del servizio sosta a pagamento a Poggiomarino: un sistema hi-tech e 5 nuove assunzioni

Un sistema innovativo per parcheggiare, cinque nuovi ausiliari a controllare la sosta nelle strisce blu e un servizio finalmente pronto a partire dopo mesi di attesa.Comincerà domani il periodo di «tolleranza» – durerà un mese – del nuovo appalto di sosta sul territorio comunale di Poggiomarino. La gara, vinta dalla Publiparking che s’è aggiudicata il servizio per i prossimi 7 anni, prevede il servizio di sosta a pagamento – per un massimo di 0,80 centesimi all’ora – nei circa 400 stalli disegnati negli ultimi mesi lungo le arterie del territorio cittadino.La novità più grande di questo nuovo sistema pronto a partire riguarderà «l’abolizione» del grattino di sosta. Non sarà più necessario apporre il tagliando sul cruscotto della propria auto, ma basterà inserire i dati nel parcometro (i dati dell’auto o il numero dello stallo in cui è parcheggiata la propria vettura) – o nelle app messe a disposizione dell’azienda – pergarantirsi un postoauto.«Riattiviamo il servizio degli stalli blu a Poggiomarino nell’ottica di una ripresa economica e commerciale del paese. E’ un procedimento importanteperché intendiamo dare maggiore ordine alla sosta e alla circolazione. Anche attraverso queste iniziative intendiamo dare un rilancio al territorio. Così da venire incontro alle esigenze delle attività imprenditoriali della nostra città», ha spiegato il sindaco Maurizio Falanga nel corso di una conferenza stampa in cui sono stati illustrati i dettagli del nuovo servizio parcheggi in città. «D’ora in poi ci sarà maggior rigore», ha spiegato ancora il primo cittadino. «Non sarà una gabella sugli automobilisti. Deve essere presa come un’opportunità», ha spiegato l’ingegnere La Scala in rappresentanza dell’azienda con sede a Caserta. Alla conferenza stampa ha preso parte anche l’assessore alla sicurezza, Raffaele Gragnaniello, che ha curato il progetto e le modifiche apportate. «Abbiamo messo in campo iniziative a tutela dei portatori di handicap, a cui saranno assegnate fasce orarie in cui la sosta sarà completamente gratuita nel centro. Vogliamo anche intervenire sull’ambiente, magari incentivando i cittadini a usare meno le auto. Mentre fino a oggi con la sosta gratuita si tendeva a usare l’automobile anche per brevi spostamenti». «Credo molto nelle strisce blu, 4 ausiliari saranno sempre in strada a controllare il servizio. Uno sarà al mio fianco nel comando vigili per essere al servizio delle esigenze dei cittadini. In passato il servizio di sosta era mal digerito dai cittadini, ora dobbiamo fare in modo che non sarà così. Ho già chiesto di istituire le strisce blu in altre zone della città», ha detto invece il responsabile della municipale Rita Bonagura. Le nuove modalità del servizio di sosta a pagamento sono state illustrate dall’ingegnere Di Candia che ha spiegato tecnicamente i servizi di registrazione della sosta con il sistema «ticketless» ideato proprio dalla Publiparking e le tre app messe a disposizione, oltre ai parcometri, degli automobilisti.

CRONACA