Anche Pasqua lascia il Pd, la maggioranza del sindaco di Portici è in frantumi

Daniele Gentile,  

Anche Pasqua lascia il Pd, la maggioranza del sindaco di Portici è in frantumi

La maggioranza un tempo bulgara del sindaco Enzo Cuomo continua a perdere pezzi e lentamente si frammenta. Questa volta a dare il ben servito, dopo le polemiche degli ultimi giorni relativa a un’ipotetica carica da assessore, è Ornella Pasqua. Ex presidente della commissione Politiche Sociali e, all’epoca dei fatti, una delle più votate del Partito Democratico, ieri ha ufficializzato l’uscita da partito per passare al Gruppo Misto, senza lasciare specifiche relative alla sua scelta, almeno all’elettorato. Dietro il forfait da Pd, oltre ai malcontenti noti, come la sua assenza dai consigli comunali, ci potrebbe essere proprio la poltrona da assessore: uno dei motivi per cui, dopo la nomina da parte di Fimiani&Co. di Portici Unita, pronti a chiedere Pasqua assessore, è emerso un’incompatibilità, in quanto un tesserato Pd non può ricoprire la carica per un’altra lista. Tuttavia, il dato di fatto resta che Cuomo continua a perdere pezzi e in particolare il “suo” Partito Democratico che, solo nell’ultimo anno, ha visto l’uscita delle file di ben quattro consiglieri comunali, tra cui – in ordine cronologico – Ornella Pasqua, Davide Borrelli, Enzo Ruffino e Aldo Agnello (primo dei non eletti e mai entrato in consiglio finora). Insomma, una vera e propria emorragia certificata dai numeri, ma che non preoccuperebbe particolarmente il segretario cittadino di Pd, Riccardo Zaccaro, che più volte ha ribadito che il “partito è in salute”. Nei prossimi giorni, invece, dovrebbe apparire più chiara la scelta di Pasqua, ovvero se dietro l’uscita da Pd c’è realmente l’intenzione di accettare l’assessorato.

CRONACA