Torre del Greco, beffa per l’ex consigliera nel mirino dei piromani: i vigili multano l’auto incendiata

Alberto Dortucci,  

Torre del Greco, beffa per l’ex consigliera nel mirino dei piromani: i vigili multano l’auto incendiata
La multa all'auto dell'ex consigliera

Raid incendiario all'ex consigliera di Torre del Greco, lo sdegno del sindaco: «Episodio vergognoso»
Raid di fuoco a Torre del Greco, incendiata l'auto dell'ex consigliera Orlando

Torre del Greco. La beffa in aggiunta al danno e alla paura. Si chiude con una nuova delusione la settimana da incubo di Maria Orlando, l’ex consigliera comunale finita nel mirino di un piromane pronto a incendiare la sua auto parcheggiata in viale Cristoforo Colombo.

A 48 ore dal raid, infatti, una pattuglia di zelanti vigili urbani ha elevato una contravvenzione per mancata esposizione del contrassegno per portatori di handicap (portato via la notte del rogo) sulla Lancia Musa di proprietà della paladina dei disabili all’ombra del Vesuvio: la vettura danneggiata dal fuoco era stata lasciata sul luogo del rogo per eventuali nuovi rilievi da parte dei carabinieri della caserma Dante Iovino, ma gli uomini in divisa guidati dal comandante Salvatore Visone sono stati inflessibili e pronti a sanzionare l’ex componente del centro operativo comunale per l’emergenza Covid.

Con buona pace degli attestati di solidarietà e vicinanza espressi dallo stesso sindaco Giovanni Palomba dopo avere «scoperto» dell’attentato dalle colonne di Metropolis Quotidiano.

CRONACA