FlixBus potenzia i collegamenti in Campania, includendo nella propria rete regionale nuove fermate e nuove tratte

Redazione,  

FlixBus potenzia i collegamenti in Campania, includendo nella propria rete regionale nuove fermate e nuove tratte

L’operatore degli autobus verdi si prepara così a soddisfare una domanda destinata a crescere in maniera significativa assicurando una copertura omogenea del territorio, con un’attenzione particolare ai centri meno collegati. In questo modo, la società intende garantire, a chiunque lo necessiterà, la possibilità di spostarsi in totale sicurezza, ma anche contribuire alla deconcentrazione dei flussi turistici, con l’obiettivo di valorizzare quei luoghi di interesse scarsamente collegati dai tradizionali mezzi di trasporto.«Ancora non siamo nelle condizioni di poter garantire una ripartenza a pieno regime, ma, nonostante i mesi passati, con le nostre sole forze abbiamo resistito alla pandemia. Ora guardiamo con fiducia al futuro, certi di una ripresa imminente e consapevoli del ruolo cruciale che, in quanto operatore della mobilità, siamo chiamati ad assolvere: ora più che mai, dobbiamo garantire a tutti la possibilità di viaggiare in totale sicurezza, per dare il giusto slancio a un settore che ha già sofferto troppo e che ha bisogno del nostro supporto», ha dichiarato Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia. «Noi siamo pronti a fare la nostra parte per aiutare il turismo a ripartire, nel rispetto delle regole e della situazione sanitaria, rendendo giustizia a un patrimonio paesaggistico, artistico e culturale che, da solo, può contribuire in larga parte al rilancio del Paese. Auspichiamo che anche il Governo percepisca e supporti adeguatamente questa ripartenza».

Collegate 21 città sull’intero territorio regionale, da Casagiove a Sala Consilina A partire da oggi, FlixBus potenzierà la rete di collegamenti in Campania, con l’estensione, nelle prossime settimane, a ben 21 destinazioni collegate sull’intero territorio regionale.Verranno così garantite, e potenziate, connessioni giornaliere non solo con diverse delle principali città campane, ma anche con alcuni piccoli centri della regione, con il duplice obiettivo di assicurare anche a chi risiede in aree poco collegate la possibilità di spostarsi e, al tempo stesso, veicolare i flussi di visitatori lungo itinerari meno noti, creando opportunità per il turismo locale.

Nel Napoletano: collegate cinque nuove località della Penisola Sorrentina. 11 in tutto le fermate Crescono innanzitutto i collegamenti con la provincia di Napoli. Il capoluogo, già connesso con molti dei principali centri italiani, tra cui RomaMilanoTorinoBari e Catania, assisterà da oggi al consolidamento delle rotte per la Puglia, dove saranno raggiungibili 13 nuove mete, tra cui AlberobelloMartina FrancaPorto Cesareo e Gallipoli. Dal 3 giugno saranno inoltre potenziate le tratte verso la Riviera Romagnola, dove Milano MarittimaCesenaticoRiccione e Cattolica si aggiungeranno a Rimini fra le mete collegate.Si amplia, poi, la rosa delle tratte operative da e verso Pompei, che vede alzarsi la frequenza sui collegamenti con Roma già da oggi e che beneficerà, dal 3 giugno, di nuovi collegamenti con il nord Italia: tra le città collegate, MilanoBergamoPiacenzaParma e Modena, connesse anche con Ercolano.

FlixBus, inoltre, consoliderà fortemente la presenza nella Penisola Sorrentina, dove alla fermata di Sorrento, già collegata con Roma, si affiancheranno, dal 27 maggio, quelle di Sant’AgnelloPiano di SorrentoMetaVico Equense e Castellammare di Stabia. L’operatore punta, in questo modo, a garantire una soluzione di mobilità efficiente e capillare a quanti vorranno scoprire il ricchissimo patrimonio paesaggistico, artistico e culturale locale, contribuendo a supportare la ripresa delle attività turistiche in questa fase delicata di rilancio.Restando nel Napoletano, completano il quadro le tratte attive con l’aeroporto di Capodichino e quelle che, dal 27 maggio, collegheranno Fuorigrotta con città come FirenzeBologna e Venezia.

Nel Salernitano: da Nocera Inferiore al Cilento, collegate cinque città Anche nel Salernitano si amplia il numero delle tratte offerte da FlixBus. Da Salerno partono oggi i collegamenti con Bologna, che si affianca ad altri grandi centri come RomaMilanoTorinoFirenzeVenezia e Catania, mete turistiche di richiamo come Cirò Marina in Calabria e importanti snodi come gli aeroporti di Ciampino e Fiumicino fra le destinazioni raggiungibili dal capoluogo. Dal 3 giugno, infine, saranno potenziate le tratte per la Riviera Romagnola, dove Milano MarittimaCesenaticoRiccione e Cattolica si affiancheranno a Rimini fra le mete collegate.Dal 3 giugno, Nocera Inferiore e Battipaglia saranno inoltre collegate con varie città del nord Italia come MilanoBergamoParma e Modena, e con PotenzaSala Consilina si conferma nodo di interconnessione strategico sulle rotte che attraversano l’Italia, collegando il Cilento con le grandi città del centro e del nord, come RomaMilanoTorino Firenze, e del sud, come CosenzaReggio CalabriaMessina e CataniaFisciano si offre infine come snodo nevralgico di raccordo sulle rotte per la costa adriatica, grazie ai collegamenti con città come Pescara e TermoliCaserta e Casagiove collegate su tutte le direttrici Nell’ambito del potenziamento di rete di FlixBus, il Casertano si offre come punto di partenza ideale per un viaggio in Italia grazie alle rotte già attive verso svariate località balneari del litorale adriatico, come RiminiSan Benedetto del Tronto, Polignano a MareOstuni, e della costa ionica, come GallipoliSibari e Cirò Marina. Ma in linea con l’obiettivo di FlixBus di supportare il rilancio del turismo ampliando le tratte con le città di medie dimensioni, Caserta è anche una destinazione privilegiata, grazie ai collegamenti diretti con RomaMilanoTorinoBolognaFirenze e Venezia.

Nell’Avellinese: raggiungibili dalla provincia grandi città e località balneari Anche Avellino e Grottaminarda beneficeranno dell’incremento del network nazionale messo in atto da FlixBus in vista della stagione turistica. Il capoluogo di provincia potrà godere, da oggi, delle connessioni attive verso importanti città come RomaMilanoTorinoBolognaPescara e Lecce, oltre che verso mete balneari di richiamo come Polignano a MareOstuni e Gallipoli. Da Grottaminarda, invece, sarà possibile, dalla prossima settimana raggiungere senza cambi Roma e BariBenevento: da Torino a Lecce, il capoluogo del Sannio collegato con tutta Italia Infine, si amplia il numero dei collegamenti diretti operativi con il capoluogo del Sannio, connesso non solo con moltre fra le principali città italiane, come RomaMilanoTorinoBologna e Bari, ma anche con destinazioni di richiamo per il turismo balneare, come Fasano, in Puglia, Termoli, in Molise, o San SalvoOrtona e Pescara, in Abruzzo, e di forte interesse culturale, come Andria o Matera. Completano il quadro i collegamenti diretti con l’aeroporto di Ciampino, raggiungibile fino a tre volte al giorno.

CRONACA