Il Napoli si gioca la Champions contro il pericolo Vlahovic

metropolisweb,  

Il Napoli si gioca la Champions contro il pericolo Vlahovic

C’è un uomo da 21 gol da fermare per il Napoli nella sua corsa alla Champions League, uno dei maggiori talenti esplosi in questa stagione, Dusan Vlahovic. Gattuso lo conosce bene e lo ha anche messo tra i nomi su cui ha detto al suo procuratore Jorge Mendes di considerarlo incedibile in caso di un suo futuro proprio in viola tra qualche mese. Oggi, però, l’attaccante è il rischio maggiore per gli azzurri che stanno preparando con grande attenzione la difesa per il match di domenica. La difesa azzurra è la terza del campionato con 40 gol presi, dietro solo a Inter e Juventus e ha saputo ricostruirsi nonostante la mancanza dell’infortunato Koulibaly e di Maksimovic bloccato dal covid. La nuova stella è Rrhamani, il 27nne kosovaro preso in estate come comprimario del reparto arrivato per 14 milioni e che pian piano ha saputo costruirsi un posto da protagonista, dimostrando di poter garantire la chiusura della saracinesca al fianco della stella Manolas. L’ex veronese ha giocato da titolare tre delle ultime quattro gare, in cui il Napoli ha preso solo due gol, un dato forte che Gattuso pretende anche a Firenze, squadra che è tra quelle che ha segnato di più di quelle escluse dalla lotta europea. Rrhamani si sta conquistando anche la conferma per il prossimo anno, insieme a Manolas, mentre molto potrebbe cambiare nella difesa azzurra, con Koulibaly che ha espresso chiaramente la voglia di voler fare una nuova esperienza e sarà presto sul mercato col prezzo base di 60 milioni, e con Maksimovic che è destinato a partire senza aver mai trovato il giusto feeling al Maradona. Tante le poiste aperte tra cui anche quella dello spagnolo Pau Torres, nuova stella del Villarreal che però è anche sul taccuino di big europee come il Real Madrid che pensa al futuro del dopo-Ramos. Sulle fasce confermatissimi sembra Hysaj che a sinistra nell’ultima tranche di campionato ha superato di slancio Mario Rui, diventando il punto fermo dalla parte opposta di Di Lorenzo, residente stabile della fascia destra. L’obiettivo è chiudere la difesa e colpire in contropiede, ma Gattuso sa bene che la squadra a Firenze dovrà costruire, senza lasciare l’iniziativa ai viola. L’unica possibilità è la vittoria, per fare un passo forse decisivo verso la Champons League.

CRONACA