Castellammare. Un parcheggio nel liceo Severi, per la ztl in villa

Tiziano Valle,  

Castellammare. Un parcheggio nel liceo Severi, per la ztl in villa

Cinquecento nuovi posti auto per far partire la zona a traffico limitato nei weekend estivi. E’ questo l’obiettivo che si è dato l’assessore al Pum (Piano Urbano di Mobilità), Amedeo Di Nardo, che sta cercando di trovare una soluzione a un centro cittadino soffocato dalla presenza di auto e scooter.Esclusa, per il momento, la possibilità di applicare le zone a traffico limitato e le isole pedonali così come previste nel Pum approvato dalla giunta la scorsa estate, si pensa a chiusure solo nei fine settimana e a zone alternate. Durante la giornata dovrebbero essere riservate ai pedoni e ai residenti Corso Vittorio Emanuele, via Roma e via Catello Fusco. Di sera invece toccherà a corso Garibaldi, dove sarà consentito a bar e ristoranti che ne faranno richiesta di poter sistemare anche tavolini su una parte della carreggiata per far accomodare i clienti.Per raggiungere questo obiettivo, il piano prevede la riapertura del parcheggio delle Antiche Terme e di quello del mercato ortofrutticolo di via Virgilio, che garantirebbero circa 280 posti auto. A questi la giunta sta pensando di aggiungere il parcheggio del liceo Severi. In tal senso è stata inviata una lettera alla Città Metropolitana per chiedere la disponibilità dell’area. Qualora si trovasse l’accordo, il parcheggio sarebbe affidato dalla Tmp, società che gestisce il servizio di sosta a pagamento a Castellammare, come compensazione degli stalli persi nel centro cittadino per via delle chiusure al traffico. Il parcheggio all’interno del Liceo Severi, secondo la giunta, quell’area di sosta dovrebbe consentire di dare risposte soprattutto a chi arriva dalla periferia nord e potrebbe sfruttare quello spazio per raggiungere facilmente il centro cittadino.Inoltre, c’è anche l’idea di trasformare in parcheggio l’area che ospita il circo in via De Gasperi, con una navetta di collegamento messa a disposizione dai proprietari del fondo.

Così si raggiungerebbero i 500 posti auto che andrebbero a sommarsi a circa 1.000 già garantiti dagli altri parcheggi attivi, tra cui quello della Ferrovia dello Stato, per sopportare l’ondata di traffico che si riversa nel centro cittadino, in particolare nei fine settimana.Il piano per l’estate, stando alle ambizioni della giunta di centrodestra, dovrebbe essere solo una soluzione tampone in attesa degli interventi in programma dal prossimo autunno per cominciare ad applicare il Pum che, è bene ribadirlo, non è mai stato attuato, se non per qualche domenica dello scorso ottobre.Il prossimo settembre, infatti, dovrebbero partire i lavori per la realizzazione del secondo varco d’accesso del parcheggio della Ferrovia dello Stato, da Traversa Mele. Il progetto è appena approdato in commissione e consentirà di evitare che le auto che provengono da corso De Gasperi debbano attraversare il centro cittadino per raggiungere l’area di sosta. Nelle prossime settimane, inoltre, dovrebbe partire anche la gara d’appalto per la realizzazione del parcheggio nelle Antiche Terme. Anche in questo caso, l’obiettivo è quello di far partire i lavori in autunno, in modo da averlo a disposizione dalla prossima estate.

CRONACA