Gragnano, 15enne accoltellato: oggi gli interrogatori degli indagati

Elena Pontoriero,  

Gragnano, 15enne accoltellato: oggi gli interrogatori degli indagati

Sono fissati per questa mattina alle undici gli interrogatori degli ultimi due giovani arrestati per l’accoltellamento di un quindicenne a Gragnano. Del branco violento sono attualmente 4 gli indagati, di cui tre in cella compreso il 15enne che ha accoltellato un coetaneo. Ma i colpevoli dell’agguato sarebbero numericamente di più. Almeno più di cinque e la maggior parte tutti adolescenti. Una spedizione punitiva che ha riunito quella che poi è diventata una baby-gang, con la partecipazione anche dei due diciottenni Giovanni Sanzone e Antonio Pio Calorico, raggiunti sabato mattina da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Un contesto sociale, per alcuni ragazzi, più che difficile mentre per altri apparentemente normale. Quella normalità che è stata annullata dalla sete di vendetta una volta riunito il branco, con a capo R.M. di 15 anni e con l’obiettivo di dare una lezione a un coetaneo. Il bersaglio è Giovanni, uno studente iscritto al secondo anno dell’istituto Nino Bixio di Piano di Sorrento, “colpevole” di aver preso le difese di un amico a cui Giovanni Sanzone aveva rubato una bici elettrica nel 2020. Un furto che lo stesso Giovanni Sanzone aveva confermato, tanto di aver promesso di risarcire la giovane vittima con un pagamento a “rate”. Nel pomeriggio del 3 maggio, infatti, Giovanni Sanzone si presenta a casa del ragazzino derubato per consegnare 10 euro, ma la situazione diventa incandescente. I due non sono soli ma c’è anche Giovanni, il ragazzino che sarà poi massacrato dal branco, che tenta di dividere i due ragazzi. Ed è a questo punto che tutto precipita e la sete di vendetta sale a livelli inauditi. La notizia che Giovanni Sanzone fosse stato messo ko dallo studente rimbalza su tutti i telefonini e velocemente si organizza la spedizione punitiva. Si cerca il ragazzo ovunque. Lo si cerca in sella ai motorini. E quando lo trovano, in compagnia di un amichetto, scoppia l’aggressione.

CRONACA