Asl Na2: no Astra day, Pfizer agli over 18. Nuovi open day a Napoli

Redazione,  

Asl Na2: no Astra day, Pfizer agli over 18. Nuovi open day a Napoli

Covid: Campania, 257 positivi e 20 nuove vittime

Salta l’Astra day previsto per domani sera dall’Asl Napoli2: le riflessioni in corso sulla somministrazione del vaccino anglo-svedese ai più giovani hanno consigliato un cambio di programma rispetto all’evento di domani rivolto agli over 18, che si terrà ugualmente ma facendo ricorso ai vaccini Pfizer e Moderna. La vaccinazione e’ prevista dalle 19 alle 23 in nove centri vaccinali disseminati in diversi Comuni. Sul fronte del bollettino dell’Unità di Crisi, resta stabile il tasso di contagio, oggi al 2,47%, e in leggera flessione rispetto al 2,64% di ieri. Sono 257 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 10.402 tamponi molecolari processati. Colpisce il numero delle nuove vittime, ben 20 (il totale nazionale odierno è 77), di cui otto registrate nelle ultime 48 ore e 12 risalenti ai giorni precedenti. I guariti sono 782. Sul fronte degli ospedali, i posti letto in terapia intensiva occupati sono 43 (+1), quelli di degenza 518 (-35).

Nelle vaccinazioni da domani a domenica continuano gli open day Pfizer nei centri vaccinali dell’Asl Napoli 1 centro. I centri coinvolti saranno la Mostra d’Oltremare, il Museo Madre, la Stazione Marittima, la Fagianeria Real Bosco di Capodimonte, l’hangar Atitech e il centro vaccinale itinerante di Villa Floridiana. In tutti i centri vaccinali l’open day è aperto ai soli cittadini residenti a Napoli. È entrato a regime, nel frattempo, l’hub della campagna vaccinale per le attività produttive riservato ai dipendenti delle aziende insediate negli agglomerati Asi della provincia di Napoli. Il Consorzio Asi ha avviato l’hub vaccinale all’interno del Centro Servizi di Caivano, situato nella zona industriale di Pascarola.

Il punto vaccinale per le aziende è dotato di 6 postazioni con una capacità che, a pieno regime, può arrivare a somministrare oltre 300 vaccini al giorno. Una buona notizia arriva da Caserta, dove invece, sono state sospese da ieri, per “mancanza di pazienti”, le attività dell’ospedale modulare per il Covid realizzato vicino all’Azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta; la struttura voluta dalla Regione, attiva da ottobre 2020, ha accolto solo malati gravi bisognosi di terapia intensiva, ed è arrivata ad ospitare, specie durante la seconda ondata (da fine settembre a dicembre 2020), fino a 16 degenti. “Da tre giorni non abbiamo più pazienti gravi – spiega il direttore generale dell’azienda ospedaliera casertana Gaetano Gubitosa – per cui abbiamo deciso di disattivare il modulare perché non possiamo permetterci di tenere personale fermo”. Oggi anche l’ospedale di Caserta è tornato ‘covid free’, con le dimissioni dell’ultima paziente ricoverata.

CRONACA