Il G20 del commercio in autunno a Sorrento, la città ospiterà l’evento mondiale

Salvatore Dare,  

Il G20 del commercio in autunno a Sorrento, la città ospiterà l’evento mondiale

La notizia era nell’aria già da qualche mese. Ed è stata confermata ufficialmente anche dall’amministrazione comunale a seguito di una riunione operativa. Sorrento è stata scelta come nuova sede del G20 del commercio. L’evento, di caratura mondiale, si terrà dall’11 al 12 ottobre prossimi. L’altra mattina, presso la sala Torquato Tasso del municipio di piazza Sant’Antonino, si è svolta una riunione con tutti i funzionari e gli addetti coinvolti nell’organizzazione del summit autunnale al quale prenderanno parte i ministri del commercio del G20. Ad accogliere i rappresentanti del ministero degli affari esteri, della Prefettura di Napoli e delle forze dell’ordine, il sindaco di Sorrento Massimo Coppola, accompagnato dall’assessore al turismo Alfonso Iaccarino e dal consigliere comunale di maggioranza Paolo Pane. Le delegazioni si sono poi recate in visita ai luoghi della città che saranno teatro dell’importante evento internazionale. Ovviamente il programma è tuttora in via di definizione anche alla luce della necessità di predisporre un ampio e minuzioso dispositivo di sicurezza. Dopo gli Stati generali del Turismo che si sono tenuti nelle scorse settimane in città – a cui hanno partecipato i ministri Massimo Garavaglia e Mara Carfagna oltre al presidente della giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca – la città di Sorrento resta al centro delle politiche e vision economiche internazionali. Il G20 del commercio indubbiamente rappresenta un’occasione importante di discussione e confronto non solo per l’amministrazione comunale ma per tutte le categorie produttive e lo stesso governo. Chiaramente, da parte del mondo dell’imprenditoria, si avverte la speranza che l’intera penisola sorrentina possa presentarsi all’evento in condizioni migliori di quelle attuali. Il turismo, vero e proprio motore dell’economia, cittadina, rappresenta ancora un settore sofferente: le strutture ricettive sono in ginocchio dopo un anno e mezzo di emergenza Covid e restrizioni e migliaia di lavoratori stagionali rimangono in difficoltà. Proprio su quest’argomento, l’associazione turismo extralberghiero Atex – che già a gennaio indicò al Comune la necessità di avviare un percorso fatto di confronto con le categorie economiche in vista del G20 – evidenzia oggi che l’incontro previsto a ottobre «è importante e auspichiamo che Comune e Regione coinvolgano al più presto i rappresentanti della filiera turistica sorrentina. Tra le proposte che abbiamo consegnato a marzo all’amministrazione c’era quella di organizzare un incontro tra il Comune e le associazioni della filiera per valutare e definire tutte le iniziative possibili da mettere in campo. Infine abbiamo, insieme all’assessore regionale al turismo Felice Casucci e al presidente dell’area marina protetta punta Campanella Lucio Cacace di valutare di organizzare un evento che coinvolgesse numerose aree marine protette italiane».

CRONACA