Turris, Colantonio annuncia nuovi partners

metropolisweb,  

Turris, Colantonio annuncia nuovi partners

Carico, stimolato e con grandi ambizioni. Antonio Colantonio ha voluto parlare al cuore dei tifosi della Turris per fare un punto della situazione a 360° in vista della prossima stagione che sta ufficialmente per cominciare. Per quanto riguarda l’argomento Amerigo Liguori, il patron è stato molto chiaro: “Non è tutto risolto al momento sul fronte stadio. In settimana si riunirà la commissione di pubblico spettacolo per dare l’articolo 68 che è quello fondamentale per poter disputare le gare. Non penso ci siano motivi ostativi affinché non venga rilasciata tale licenza. Per il Fifa Quality Pro non si ripeterà la stessa trafila della scorsa stagione. Adesso si tratta soltanto di una riomologazione: un laboratorio mobile dovrà solo verificare che il manto erboso abbia mantenuto i requisiti previsti”.
Sull’ultimo campionato disputato, Colantonio fa mea culpa su alcune scelte: “Ho commesso degli errori. Calcisticamente ogni anno nuovo si cerca di cambiare delle cose non andate bene, d’altronde se non fosse così vorrebbe dire aver vinto il campionato. Abbiamo toppato su alcuni calciatori che hanno reso al di sotto delle aspettative, andremo ad intervenire su questo. L’obiettivo è avere sempre una squadra in grado di giocarsela con tutti. L’asticella si potrà alzare quando le cose saranno più chiare per poter pianificare: pensate domani se andiamo in B, dove andremo a giocare? Sono una persona ambiziosa ed è risaputo così come il fatto che non mi piace vivacchiare troppo in C. Posso dire- sottolinea il presidente – che costruiremo un organico non per essere la Cenerentola del girone ma nemmeno una corazzata come lo è stata la Ternana. Ripartiremo dai 39 punti fatti cercando di migliorare questo punteggio facendo almeno un punto in più”.
In chiusura il patron ha rivelato che ben presto, ci sarà una conferenza stampa, ci saranno nuovi partners nel mondo Turris: “E’ un mio progetto, faremo nuove sinergie. Queste persone entreranno inizialmente con dei piccoli compiti. Mi aspetto in seguito poi possano entrare a far parte in maniera più importante nella struttura societaria della prima squadra”.
Bruno Galvan

CRONACA