Castellammare. Arrestato in Germania latitante di Moscarella

Tiziano Valle,  

Castellammare. Arrestato in Germania latitante di Moscarella

Massimo D’Antuono è stato arrestato in Germania. Era ricercato da gennaio, da quando i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia, piombarono nel quartiere Moscarella, alla periferia della città, per eseguire 17 ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura Antimafia.

D’Antuono, secondo gli inquirenti, aveva fatto parte del Terzo Sistema, il nuovo clan fondato dai ras Raffaele Polito e Silverio Onorato, con l’ambizione di crescere e sfidare le due cosche storiche di Castellammare di Stabia, i D’Alessandro e i Cesarano, che da decenni si spartiscono la gestione degli affari illeciti in città. Nel 2017, quando cominciano le indagini dei carabinieri, Massimo D’Antuono è parte integrante del gruppo criminale, secondo gli investigatori. Poi, a un certo punto, sparisce dai radar, nonostante l’attività del nuovo clan va avanti e continua a macinare affari con il traffico di sostanze stupefacenti e di armi.

L’ipotesi investigativa è che D’Antuono a un certo punto abbia deciso di cambiare vita, probabilmente di mettersi alle spalle il passato e ricominciare altrove. Troppo tardi, però, per sfuggire alla giustizia che gli impone di chiudere i conti con quel passato in cui ha aiutato il nuovo gruppo a crescere e affermarsi nel panorama criminale cittadino.

A gennaio scorso, quando i carabinieri bussano alla porta della sua abitazione stringendo tra le mani un mandato di cattura, Massimo D’Antuono non c’è. Da quel momento cominciano le ricerche degli investigatori, che danno la caccia al latitante. Ieri, a distanza di cinque mesi, è stato ritrovato in Germania, dove è stato arrestato.

CRONACA