Zona industriale fantasma, le accuse del Pd al sindaco di San Giuseppe Vesuviano

Andrea Ripa,  

Zona industriale fantasma, le accuse del Pd al sindaco di San Giuseppe Vesuviano

Chi non opera non sbaglia. Chi promette e non mantiene, sì. A San Giuseppe Vesuviano la nascita della zona industriale resta un miraggio buono solo per le campagne elettorali. Uno slogan da tirare fuori nelle campagne elettorali e convincere gli imprenditori della città. Puntualmente beffati. Oggi che il Paese prova a rialzare la testa dopo la prima grande sfida del nuovo millennio, l’assenza di un’area dedicata alle imprese, agli investimenti e allo sviluppo economico del territorio, è ancora più marcata. Non soltanto per la mancata realizzazione dell’area Pip, ma per l’assenza di progettualità che nella squadra di governo locale del sindaco leghista, Vincenzo Catapano, sembra essere una costante. Sulla zona industriale in 9 anni in cui ha indossato la fascia tricolore nulla è stato fatto. Eppure le campagne elettorali e i palchi in piazza sono stati smontati da un pezzo. A sottolineare quello che ad oggi sembra essere il più grande flop dell’amministrazione comunale è Antonio Borriello, candidato sindaco alle amministrative del 2018 e leader del gruppo Collettivo Vocenueva-Pd in consiglio comunale. Fino a qualche tempo fa l’unica voce del centrosinistra in municipio, da qualche mese – anche se restano saldi in maggioranza – anche altri 4 consiglieri sembrano aver gettato uno sguardo a quell’area politica. « Mi è capitato per lavoro di poter rincontrare tante persone e di visitare molte aziende del territorio. Ovunque percepisco le difficoltà di una crisi che ha colpito duramente, ma anche la voglia e la tenacia di andare avanti per “ripartire subito”. Siamo un popolo che si dà da fare, che non perde troppo tempo a cercare scuse. E questo nonostante il settore del tessile-abbigliamento, in cui operano la maggior parte delle aziende del distretto, sia stato uno dei più colpiti. – dice Borriello – Ancora una volta, però, ho dovuto registrare l’assenza della politica. In tanti oggi guardano al futuro e criticano la mancanza di un’area industriale. Dopo nove anni al governo, l’amministrazione Catapano non è riuscita a far partire alcun progetto di sviluppo che dotasse il nostro territorio di una zona per nuovi insediamenti produttivi». Nel frattempo le aziende sono scappate via. A Palma Campania il 70% degli imprenditori dell’area Pip proviene da San Giuseppe Vesuviano. «Centinaia di attività hanno investito nei paesi limitrofi. Gli imprenditori mi dicono: “Abbiamo bisogno di una classe dirigente preparata”. Ho fatto fatica a rispondere», dice mentre fa appello alle forze “indecise” della maggioranza. A unirsi. A chiudere anzitempo il secondo mandato dell’attuale sindaco. «La verità però è sotto gli occhi di tutti: l’amministrazione Catapano è stata una sciagura per le forze produttive del territorio. Forse la peggiore di sempre. Un’amministrazione talmente lontana dal mondo delle imprese da non aver avuto la sensibilità di dialogare con loro persino in una crisi così profonda. Nessun progetto, nessuna idea, nemmeno un euro.  Solo promesse, tasse, ancora tasse e propaganda social. – conclude – Tutte le persone di buona volontà che comprendono la gravità del momento devono unirsi per mandare a casa questa amministrazione. Lontana dal paese, sempre più arroccata nel palazzo, capace di guardare solo ai propri interessi politici e mai a quelli della collettività».

CRONACA