Strisce blu a Torre del Greco, anche il Pd contro Palomba: «Basta martoriare i cittadini»

Alberto Dortucci,  

Strisce blu a Torre del Greco, anche il Pd contro Palomba: «Basta martoriare i cittadini»
Il parcheggio dell'ex Santissima Trinità

Torre del Greco. Un vero e proprio coro di «no». Senza distinzioni o colori politici. La crociata contro lo sbarco di parcometri e strisce blu presso il parcheggio della Santissima Trinità di via Circumvallazione e presso l’area di sosta del complesso La Salle unisce l’intero «arco costituzionale» contro la maggioranza targata Giovanni Palomba.

Perché a 24 ore dall’inizio della raccolta firme promossa dai vertici locali del centrodestra per fermare lo «scellerato piano» dell’amministrazione comunale anche il Pd – rappresentato, sotto mentite spoglie, a palazzo Baronale da diversi esponenti della maggioranza e assessori – prende le distanze dal provvedimento già approvato dalla giunta dello storico figlioccio della Dc all’ombra del Vesuvio: «In questo momento di grande difficoltà economica – sottolinea il segretario cittadino Salvatore Romano – il Pd non ritiene giusto introdurre ulteriori dazi per la nostra città. Pertanto, rivolgiamo una formale richiesta alla giunta e al sindaco affinché si differisca nel tempo l’istituzione delle strisce blu presso le due aree di parcheggio di e Santissima Trinità e La Salle».

Una presa di posizione chiara, comunicata informalmente anche ai promotori della petizione per fermare l’invasione dei grattini all’interno dei due parcheggi pubblici: «Ho appreso con piacere direttamente dal segretario cittadino la posizione del Pd sulla vicenda – afferma Luigi Caldarola, l’ex dissidente della maggioranza passato all’opposizione dopo l’inciucio di febbraio -. Ho invitato lo stesso Salvatore Romano a partecipare alla raccolta firme voluta dal centrodestra: potremmo mettere tutti da parte simboli e colori politici per dare vita a un’iniziativa unitaria in grado di dare piena voce alla gente e di rispondere concretamente ai bisogni dei cittadini».

Esigenze, evidentemente, fino a oggi ignorate dalla carovana del buongoverno uscita vincitrice dalle avvelenate elezioni delle 20 euro. Con risultati, anche politici, sotto gli occhi di tutti. «La reazione generale alla scelta di introdurre le strisce blu nei parcheggi della Santissima Trinità e del complesso La Salle conferma la “distanza” tra chi dovrebbe governare Torre del Greco e i cittadini – sottolinea l’esponente della lista civica Il Cittadino -. In questa ottica, la linea del Pd è significativa: nonostante sia presente nell’amministrazione comunale con il portavoce del sindaco e con alcuni assessori di riferimento è in ogni caso contrario alla scelta della maggioranza di mettere stalli a pagamento in aree fino a oggi free. Se l’esigenza è garantire la rotazione delle auto, basterebbe fare rispettare il disco orario di due ore attraverso controlli della polizia municipale anziché vessare ancora gli automobilisti».

©riproduzione riservata

CRONACA