Variante Delta, crescono gli accessi al pronto soccorso

metropolisweb,  

Variante Delta, crescono gli accessi al pronto soccorso

I numeri sono positivi e sotto controllo, ma la preoccupazione per la variante Delta che potrebbe arrivare anche nelle nostre zone appare forte. Nei giorni scorsi, infatti, sono aumentati gli accessi ai pronto soccorso di Castellammare e Torre del Greco di pazienti positivi al Covid. Alcuni che, dopo essere stati valutati, sono stati immediatamente trasferiti al Covid Hospital di Boscotrecase. A rendere ancora più complessa la situazione anche il fatto che nei giorni scorsi era scaduta la convenzione con la società che provvedeva alle sanificazioni dei reparti ospedalieri dove vi era stato l’accesso di un caso positivo. Una vicenda che, ora, l’Asl Napoli 3 Sud dovrà risolvere con estrema celerità. I numeri della Campania, intanto, sono sempre sotto osservazione.

Gli esperti continuano a chiedere maggiore attenzione in questo periodo in cui tutta la Campania, come il resto dell’Italia, è zona bianca. Su questo tema e sulla necessità di procedere spediti con le vaccinazioni si è fatto sentire anche il ministro della Salute, Roberto Speranza.

“Il nostro Paese attraversa una fase diversa, la campagna di vaccinazione prosegue in modo positivo” e questo dato “ha avuto una conseguenza molto forte. La situazione è cambiata positivamente”. Lo ha detto, citando i dati di ospedalizzazioni e terapie intensive, il ministro della Salute Roberto. “Va detto che non dobbiamo assolutamente considerare vinta questa sfida” e serve la “massima attenzione anche alla luce di una presenza di nuove varianti che non ci fanno stare tranquilli” ha aggiunto il ministro affermando che “la partita è ancora tutta da giocare” e “l’epidemia non è chiusa”.

Poi il passaggio sui numeri: “Si continuano a somministrare oltre 500mila dosi al giorno, siamo arrivati questa mattina oltre le 53 milioni di dosi somministrate e questo ha avuto una conseguenza molto forte. Basti pensare che avevamo quasi 30mila persone in ospedale per il Covid, ora ne abbiamo meno di 1500, eravamo arrivati a quasi 3.800 persone in terapie intensiva ora siamo intorno alle 200. È una situazione notevolmente cambiata in positivo” le parole del ministro della Salute Roberto Speranza.

CRONACA