Fuga rocambolesca per evitare l’arresto, inseguito e preso

Redazione,  

Fuga rocambolesca per evitare l’arresto, inseguito e preso

Si è addormentato in auto, verosimilmente a seguito dell’assunzione di sostanze stupefacenti, dopo essersi fermato con la sua auto sulla corsia di emergenza e quando gli agenti della Polizia Stradale di Nola lo hanno svegliato, lui ha messo in moto ed è fuggito a tutta velocità investendo i due poliziotti, uno dei quali caricato sul cofano anteriore e trascinato per circa dieci metri. E’ successo sulla SS 162 dir, sulla corsia che da Napoli conduce ad Acerra, precisamente nel comune di Castello di Cisterna, dove, malgrado malconci, i due poliziotti sono stati costretti a dare vita a un inseguimento fatto di manovre pericolose e repentine, e speronamenti alla “pantera” della Ps, che si è protratto anche sulle vie di Acerra. L’inseguimento è andato avanti fino a san Felice a Cancella, in provincia di Caserta, dove il fuggitivo, a causa della forte velocità, è finito con la sua Madza 2 contro un palo. Per cercare di scampare all’arresto ha anche aggredito gli agenti i quali, con fatica, sono riusciti comunque a bloccato. In manette è finito un romeno di 35 anni che ora dovrà rispondere di una lunga sequela di reati: tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento e anche di detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

CRONACA