Taxi, cambiano le tariffe a Sorrento. Gli hotel votano contro

Salvatore Dare,  

Taxi, cambiano le tariffe a Sorrento. Gli hotel votano contro

A Sorrento entra in vigore un nuovo piano tariffario taxi. La svolta è arrivata nei giorni scorsi dopo incontri e trattative fra operatori turistici, autisti, Comune, noleggiatori, Ncc, rappresentanti sindacali e albergatori. Ma non mancano polemiche. Federalberghi penisola sorrentina ha espresso voto contrario perché, come recita la motivazione ufficiale riportata negli atti pubblicati online dal Comune di Sorrento, le nuove tariffe sono giudicate «eccessive rispetto a quelle vigenti». Eppure, al contempo, va evidenziato pure che l’ultimo tariffario risale a oltre dieci anni fa e che intanto c’è stato il Covid che ha colpito duramente anche il comparto-taxi. E dunque adesso si è soltanto deciso di “adeguare” il listino del servizio tenendo conto anche «del caro vita» che, in verità già prima del coronavirus, aveva convinto altri operatori, compresi quelli turistici, ad applicare costi più alti per i clienti (vedi ad esempio locali e strutture ricettive). Lo scorso 24 giugno, per approvare il nuovo tariffario, si è riunita la commissione consultiva autoservizi pubblici non di linea. Presenti delegati di Federalberghi, associazione agenzie viaggio penisola sorrentina, Sitan/Atn, Unimpresa/Mobilità, comitato autonoleggiatori italiani riuniti, Confartigianato categoria Ncc (assenti Abbac e Confesercenti Napoli) e tre rappresentanti di nomina sindacale. Alla fine, in questa sede sono emerse le divergenze. In particolare, Federalberghi che non ha votato la proposta di aggiornamento dopo che aveva presentato tre “listini” possibili da poter condividere. Alla fine il piano viene approvato con il solo voto contrario degli albergatori. Così, l’altro giorno, il caso è arrivato all’attenzione della giunta che con delibera numero 108 ha approvato il piano tariffario. Nel dettaglio, ecco i costi del servizio: scatto alla partenza 6 euro; scatto ogni 50 metri per il primo chilometro 30 centesimi; scatto ogni 50 metri dopo il primo chilometro 20 centesimi; scatto ogni 50 metri dopo il venticinquesimo chilometro 15 centesimi; supplemento notturno (dalle 22 alle 7 del mattino) 3 euro; supplemento festivo 2 euro; supplemento ogni minuto di attesa o velocità inferiore a 20 chilometri orari 50 centesimi; bagaglio ogni collo nel bagagliaio un euro (supplemento bagaglio non sarà inserito manualmente nel tassametro ma esposto e riferito ai clienti in anticipo prima dell’inizio della corsa); ritorno a vuoto oltre il comune di Sorrento +20 per cento sugli scatti per chilometro; minima corsa 12 euro (la minima corsa si applica esclusivamente dal posteggio taxi e per chiamate entro e non oltre un chilometro dallo stazionamento taxi di partenza); tariffa invernale dal 15 novembre al 15 marzo dell’anno successivo comporterà una riduzione del 20 per cento. Rispetto all’ultimo listino, non tutte le voci contemplano un incremento del costo a carico del turista seppur Federalberghi penisola sorrentina abbia tentato di far passare un piano ancora più equilibrato.

CRONACA