La gru si ribalta, operaio scaraventato sugli scogli: operato e fuori pericolo, inchiesta in costiera

Salvatore Dare,  

La gru si ribalta, operaio scaraventato sugli scogli: operato e fuori pericolo, inchiesta in costiera

Un miracolo. L’operaio rimasto gravemente ferito venerdì pomeriggio dopo un incidente sul lavoro avvenuto a Minori è fuori pericolo. Il quarantaduenne originario del Casertano è stato sottoposto a un intervento chirurgico all’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno ed è stato dichiarato fuori pericolo. Finito sugli scogli dopo che la gru su cui stava lavorando all’improvviso si è semi-ribaltata, aveva riportato un forte trauma toracico che aveva fatto temere il peggio per possibili lesioni agli organi interni. Ma fortunatamente, l’operaio – sempre cosciente e vigile – ce la farà. Sull’incidente, la Procura di Salerno ha aperto un’inchiesta. In campo i carabinieri della compagnia di Amalfi che, coordinati dal capitano Umberto D’Angelantonio, hanno eseguito il sequestro dell’autogru. Alle indagini lavorano anche i militari del nucleo ispettorato del lavoro che dovranno fare completamente chiarezza su ciò che è accaduto all’interno del cantiere e verificare il rispetto o meno delle normative di sicurezza sul posto di lavoro. Non sono escluse delle perizie tecniche con consulenti che verranno presumibilmente nominati dalla Procura di Salerno. Nel corso delle prossime ore, potrebbero essere ascoltati – come persone informate sui fatti – i colleghi dell’operaio ferito e altri responsabili dell’intervento. L’impresa che stava effettuando i lavori ha sede a Napoli e stava procedendo al consolidamento e alla manutenzione ordinaria delle protezioni esterne della Statale Amalfitana 163. L’operaio è un vero e proprio miracolato: stando alle ricostruzioni effettuate dagli investigatori, si trovava sul cestello dell’autogru quando – per cause tutte da accertare – il mezzo si è semiribaltato. A quel punto, il quarantaduenne è stato praticamente scaraventato sulla scogliera sottostante. Un volo incredibile, di decine di metri. L’impatto con le rocce è stato violentissimo e le operazioni di soccorso non sono state semplicissime. Anzi: impossibile l’intervento via terra, è stato necessario l’arrivo sul posto di una eliambulanza che è riuscita a recuperare il lavoratore e trasferirlo nel giro di pochi minuti all’ospedale più vicino, quello di Salerno. E’ andata decisamente meglio a un collega del quarantaduenne, rimasto anch’egli ferito nell’incidente ma con lesioni lievi giudicate guaribili in pochi giorni e senza necessità di ricovero presso l’ospedale Castiglione. Anche lui potrebbe essere sentito dai carabinieri di Amalfi.

CRONACA