Sorrento, parte il bagno sospeso: a mare con la solidarietà, il progetto Grande Onda-Caritas

Salvatore Dare,  

Sorrento, parte il bagno sospeso: a mare con la solidarietà, il progetto Grande Onda-Caritas

Una goccia di generosità in un mare che spesso è troppo costoso. Parte definitivamente il “bagno sospeso”, con i ticket di accesso agli stabilimenti balneari di Sorrento e dintorni che hanno aderito all’iniziativa che sono pronti. Il progetto solidale è a cura dell’associazione “Grande Onda” che, attraverso l’interessamento della portavoce e leader social Laura Cuomo, è riuscita a fornire uno strumento a favore in particolare delle famiglie meno abbienti attraverso il quale potersi concedere un bagno sereno, a costo zero. I ticket sono stati così distribuiti alla Caritas cittadina che curerà il sistema per fornirli a chi ne ha bisogno. «Siamo molto felici perché siamo riusciti a comprarne un bel numero, anche grazie alle speciali agevolazioni che abbiamo ricevuto dai lidi presso i quali ci siamo rivolti, ovvero quelli che hanno risposto con cuore ed entusiasmo al nostro appello – racconta in un post proprio Cuomo – È una goccia nell’oceano, ma se non lo avessimo fatto, una goccia mancherebbe all’oceano. Sarà la discrezione della Caritas a distribuirli, presso la Cattedrale di Sorrento». Era fine maggio quando il movimento “Grande Onda” della penisola sorrentina ha deciso di mettersi in moto per permettere una giornata di mare e relax a chi non può permetterselo. Così, dall’antica e generosa abitudine tutta partenopea di lasciare al bar un caffè “sospeso” (pagato) per donare un’opportunità a chi si vede costretto a rinunciare, in tempo di pandemia – affinchè “nessuno resti indietro” – sono scaturite tante iniziative solidali simili, tra cui l’idea del “bagno sospeso” in vista dell’estate. L’associazione “Grande onda” – che sui social network conta migliaia di iscritti e si batte da anni per un mare pulito, per la tutela dell’ambiente e per l’accessibilità alle spiagge – aveva indicato la strada da seguire chiedendo il massimo supporto. «Nella consapevolezza che un bagno di mare – in un paese di mare – rappresenti una necessità per il benessere psicofisico di adulti e di bambini, noi di Grande Onda abbiamo deciso che una parte delle quote associative 2021, sarà devoluta per il bagno sospeso, ovvero per dare la possibilità a chi, a causa del caro prezzi spiagge, si vede costretto a rinunciare ai benefici di un bagno di mare – è stato sottolineato in un documento diffuso dall’associazione guidata da Laura Cuomo – Ma la Grande Onda chiama tutti: oltre a quelli che saranno i voucher messi a disposizione dall’associazione, questa iniziativa prenderà il volo solo se ognuno ci metterà del proprio: tutti siamo chiamati a sostenere questa iniziativa, diventando “donatori sospesi”». A coloro che hanno deciso di sposare il progetto con una piccola donazione economica, è stata corrisposta la tessera di Socio de La Grande Onda. L’iniziativa coinvolge almeno una spiaggia per ciascun comune della penisolasorrentina e inizierà dal mese di luglio. L’annuncio del progetto evidentemente ha riscosso il plauso di bagnanti e cittadini. E anche gli stessi operatori balneari appaiono pronti ad aderire a questa opportunità.

CRONACA