Tari, tagli in bolletta a Torre del Greco. Dal Comune aiuti a famiglie e imprese

Ciro Formisano,  

Tari, tagli in bolletta a Torre del Greco. Dal Comune aiuti a famiglie e imprese

L’assist è arrivato dal Governo con l’ultimo decreto legge “Sostegni bis”, un provvedimento che ha messo a disposizione dei Comuni italiani circa 600 milioni di euro complessivi per permettere agli enti locali di concedere riduzioni sulla Tari (la tassa sui rifiuti) alle attività economiche colpite al cuore dagli effetti della pandemia. Un’opportunità che anche il Comune di Torre del Greco ha deciso di cogliere al volo. Nelle scorse ore, infatti, la giunta comunale del sindaco Giovanni Palomba, ha deciso di approvare una delibera da portare all’attenzione del consiglio comunale. Un atto attraverso il quale viene appunto proposta la «riduzione delle tariffe Tari per l’emergenza pandemica da Covid-19». Nel documento viene proposta la creazione di un doppio fondo dal quale attingere per consentire le riduzioni in bolletta. Il primo fondo, appunto, riguarda le imprese, e prevede riduzioni fino a un importo massimo stabilito in 1,2 milioni di euro complessivi. Il secondo, invece, riguarda le famiglie. In tutto oltre tremila nuclei familiari che hanno avuto accesso, nel corso della fase più dura dell’emergenza, ai bonus messi a disposizione dal Governo. Per le utenze domestiche – il succo della proposta firmata dalla giunta comunale – verranno disposti tagli in bolletta per complessivi 1,4 milioni di euro. L’ammontare delle riduzioni – sempre stando a quanto emerge dall’atto varato dall’esecutivo guidato dal sindaco Giovanni Palomba – varia a seconda del reddito Isee dichiarato. Per chi ha un reddito tra zero e diecimila euro sono previste riduzioni fino al 50% della bolletta, dai diecimila ai quindicimila euro fino al 30%, e dai quindicimila ai ventiquattro mila fino al 20%. Un provvedimento che secondo i vertici dell’amministrazione comunale potrebbe rappresentare una boccata d’ossigeno per le attività commerciali e le famiglie maggiormente colpite dagli effetti economici prodotti della pandemia. Un’emergenza che ha colpito al cuore la città di Torre del Greco, una delle realtà della provincia di Napoli nella quale è stato registrato – da marzo 2020 ad oggi – il maggior numero di contagi e di vittime per effetto del Covid-19. Tra l’altro, il provvedimento arriva a pochi giorni dalla richiesta di accesso ai fondi governativi proposta – il 19 luglio scorso – dai consiglieri comunali Luigi Caldarola, Vittorio Guarino, Ciro Piccirillo, Salvatore Gargiulo e Simone Gramegna (componenti dei gruppi consiliari “il Cittadino”, “La Svolta” e “Ci vuole coraggio). Un documento, quello firmato dai consiglieri comunali, indirizzato al sindaco Giovanni Palomba e al presidente del consiglio comunale, Gaetano Frulio per chiedere l’utilizzo di quelle risorse per mettere in atto i tagli in bolletta, con particolare riferimento alla necessità di tendere una mano alle famiglie maggiormente colpite dalla pandemia.

CRONACA