Il consiglio comunale come un’arena, offese al sindaco di Striano: «Ciuccio e capra»

Andrea Ripa,  

Il consiglio comunale come un’arena, offese al sindaco di Striano: «Ciuccio e capra»

Le tensioni degli ultimi giorni attorno a due temi caldi come l’ampliamento dell’area Pip e l’adozione del Puc sono esplose durante la seduta di ieri mattina. Dove, oltre al voto favorevole agli atti da parte della maggioranza, non sono mancati gli insulti. Soprattutto contro il sindaco definito «capra e ciuccio» dal consigliere del gruppo Liberi di Scegliere, Giulio Gerli. Un consiglio che non passerà alla storia per il «rispetto istituzione tra consiglieri», ma per le accuse, i veleni e una denuncia presentata dai 4 componenti dell’opposizione sugli atti del piano urbanistico comunale. A corredo di un consiglio comunale che il presidente Francesco D’Andrea ha fatto fatica a gestire – il sindaco ha più volte chiesto l’allontanamento del consigliere Gerli – il doppio voto favorevole. Prima all’ampliamento dell’area Pip, successivamente l’adozione del piano urbanistico comunale. Il consiglio ha dunque un Puc, dopo i tanti richiami arrivati dalla Regione Campania. Anche se le due delibere sono state fortemente contestate dai quattro componenti dell’opposizione – i gruppi Liberi di Scegliere ed EsserCi – promotori anche di un esposto per bloccare il voto al piano urbanistico comunale che però non ha incontrato il voto della maggioranza. Grande assente alla seduta la consigliera Carmela Soviero, anche lei travolta dalle accuse, al pari del consigliere Sorvillo, nell’ambito dello studio sul piano urbanistico. «Sono atti illegittimi, non possono passare al vaglio dell’aula», l’urlo dai banchi dell’opposizione da parte dei quattro consiglieri della minoranza. «Abbiamo approvato il Puc dopo 25 anni senza l’intervento di alcun commissario. E’ un passaggio storico per la nostra comunità», ha spiegato il sindaco Antonio Del Giudice. Sulle accuse ha «glissato»: «Questa è l’opposizione, sa solo offendere senza proporre nulla di nuovo alla comunità. Ma qualcuno se ne assumerà la responsabilità». «Il Puc – conclude Del Giudice – consentirà a Striano uno sviluppo atteso per troppo tempo».

CRONACA