Castellammare. Via De Gasperi, abusivi padroni di spiagge e sosta

Vincenzo Lamberti,  

Castellammare. Via De Gasperi, abusivi padroni di spiagge e sosta

Abusivi padroni di un pezzo di città. Accade a via De Gasperi, la lunga arteria stradale che dal centro cittadino porta verso la periferia sud, costeggiando un tratto di litorale e la bellezza del porto turistico di Marina di Stabia, oasi di eccellenza in un mare di degrado.

Da un mese, nonostante le proteste di residenti e di qualche sparuto gruppo politico, le auto di giorno prendono possesso di tutti e due i lati della carreggiata. D’inverno è sempre difficile parcheggiare nel primo tratto quelli in corrispondenza di uffici e sedi delle forze dell’ordine. Ma a luglio e agosto, durante la giornata, la sosta selvaggia si impadronisce di via De Gasperi fino alla fine. Parcheggiatori che gestiscono l’area, decidono quando e come far sostare le auto dei bagnanti che prendono d’assalto quella lingua di spiaggia libera dove non esistono regole.

Il primo inconveniente è rappresentato dal fatto che la carreggiata (pur essendo molto ampia) si restringe e trattandosi di un’arteria stradale a scorrimento veloce dove spesso si effettuano anche sorpassi ad alta velocità, i rischi per chi guida aumentano.

C’è poi il nodo spiaggia. Sull’arenile di via De Gasperi sono in azione abusivi che fittano lettini e ombrelloni. A cifre sicuramente più modiche dei lidi privati cittadini, ma con modalità che poco hanno a che vedere con la regolarità dei servizi in spiaggia. Si paga l’abusivo anche per entrare, si paga per poter avere l’ombra e si paga per potersi accomodare sui lettini o sulle sdraio. Una fetta di città, dunque, sfuggita alle regole che vede gli abusivi dominare e comandare.

Una situazione che rischia di creare anche disagi agli imprenditori che hanno investito nella zona. Sono diversi i turisti che escono con i charter o che si recano sulle loro barche. E il caos che trovano prima di arrivarvi non è certo un bel biglietto da visita per la città e per i suoi sogni turistici. Progetti per un futuro in cui sperano i più visionari. L’amministrazione comunale ha intenzione di correre ai ripari: soprattutto decidendo di effettuare controlli lungo la strada e predisporre anche dei servizi di posti di blocco da parte degli agenti della polizia municipale del comando stabiese.

Via De Gasperi, infatti, rappresenta una delle porte d’ingresso alla città: e di sera, complice una ztl ancora senza identità, finisce stritolata anche dal traffico di persone che raggiungono Castellammare dai comuni vicini per una passeggiata in villa comunale. Una situazione che il Comune intende risolvere presto.

CRONACA