Juve Stabia. Ardemagni tentenna, spunta una nuova pista

Michele Imparato,  

Juve Stabia. Ardemagni tentenna, spunta una nuova pista

Tra l’esordio in campionato e il mercato. Sono giorni in cui in casa Juve Stabia si lavora su due fronti, specie il ds Raffaele Rubino. Il responsabile del mercato continua nella sua lunga ricerca di calciatori per completare la squadra allenata da Novellino.
L’obiettivo delle Vespe è focalizzato sull’attacco dove Rubino sta tentando di prendere una prima punta. Le idee del ds sono diverse. Negli ultimi giorni si è parlato di un abboccamento con Ardemagni, in uscita dal Frosinone ma secondo indiscrezioni l’attaccante non è propenso ad accettare il passaggio alla Juve Stabia. Ardemagni avrebbe fatto sapere di voler aspettare ancora qualche giorno per capire se arriva qualche proposta da squadre di serie B.
Ardemagni non è il solo obiettivo. E’ spuntato anche il nome di Rocco Costantino, 31enne attaccante di nazionalità svizzera di proprietà del Modena. Si tratta di un attaccante che non segna tantissimo, la sua migliore stagione è stata quella di quattro anni fa con il Sud Tirol in cui ha segnato 14 gol. Quello è stato anche il suo primo campionato in Lega Pro dopo tanta serie D fatta con le maglie di San Nicolò, Vis Pesaro e Fermana. Dopo le due annate col Sud Tirol in Lega Pro, Costantino ha giocato un anno e mezzo alla Triestina, sei mesi al Bari per poi passare al Modena. Il club modenese nel gennaio scorso l’ha ceduto in prestito alla Pro Vercelli dove Costantino ha giocato con più continuità segnando 6 gol.
In estate è tornato al Modena ma nel club canarino è chiuso in attacco anche perchè il Modena ha preso Marotta dalla Juve Stabia. Insomma, Costantino, nonostante la fiducia di mister Tesser, rischierebbe di giocare pochissimo. La Juve Stabia è tra quelle squadre che si è rivolta al Modena.
Rubino, inoltre, deve fare i conti anche con gli imprevisti visto che sabato mezzo centrocampo è finito ko per il covid. Non è da escludere che il ds possa fare qualche operazione last minute per tappare l’emergenza in vista della partita di domenica ad Andria. Questo potrebbe dipendere dal recupero o meno dei positivi.

CRONACA