Paralimpiadi. Stanotte Castellammare fa il tifo per Angela Procida

Michele Imparato,  

Paralimpiadi. Stanotte Castellammare fa il tifo per Angela Procida

E’ tutto pronto per l’esordio di Angela Procida alle Paralimpiadi di Tokyo. La nuotatrice di Castellammare di Stabia entrerà in acqua domani (ore 2.41 italiane) per la semifinale. La ventenne nuotatrice stabiese, studentessa in ingegneria biomedica, cercherà di aggiungere al suo già ricco palmares anche il podio olimpico. La Procida sarà in gara nei 50 metri stile libero, nella nuova gara dei 150 metri misti e nei 100 metri dorso.
Il suo percorso nel nuoto è iniziato nel 2014 quando ha cominciato ad allenarsi in acqua e sono arrivate le prime vittorie ma anche i primi record che hanno fatto imporre Angela all’attenzione degli addetti ai lavori. Nel 2015 Angela Procida ha stabilito il record italiano nei 50 dorso a Napoli. La sua vita sportiva è stato un continuo crescendo fatto di progressi incredibili. Come nel 2017 quando Angela ha conquistato un posto nella nazionale giovanile per gli europei che per lei si sono poi chiusi con la medaglia d’argento nei 50 stile rana. L’anno di grazia per Angela è stato sicuramente il 2019 in cui la nuotatrice stabiese si impone ai Mondiali di Londra vincendo la bellezza di due medaglie e facendo ragistare due record. A Londra Angela Procida vince la medaglia di bronzo nei 100 dorso e quella di argento nei 50 dorso che gli vale la qualificazione per le Paralimpiadi di Tokyo.
Anche Angela come tanti altri atleti ha dovuto fermarsi quando è scoppiata la pandemia. Tre mesi senza poter allenarsi in vasca per il lockdown che poi hanno portato al rinvio sia delle Olimpiadi che delle Paralimpiadi. “Tokyo rappresenta la chiusura di un quinquennio avvincente ma molto duro, soprattutto nell’ultimo anno tormentato dalla pandemia – ha affermato la Procida poco dopo aver centrato il pass paralimpico lo scorso mese agli Assoluti italiani tenutisi alla piscina Scandone – ora voglio provare a lanciare il cuore oltre l’ostacolo per portare a casa anche un qualcosa che possa essere indimenticabile”.
Angela è una ragazza solare sempre impegnata tanto è vero che l’anno scorso si è anche candidata alle regionali con Caldoro. A 13 anni ha iniziato a praticare il nuoto, così per svagarsi, e ha frequentato il centro sportivo di Portici. Poi con gli addestramenti di Vincenzo Allocco, il responsabile tecnico della nazionale, Angela Procida ha iniziato a ottenere i primi successi in vasca. Medaglie e record a ripetizione fino ad arrivare, adesso, alle paralimpiadi.

CRONACA