Rapina a mano armata in un negozio di telefoni, terrore a Terzigno

Genny Galantuomo,  

Rapina a mano armata in un negozio di telefoni, terrore a Terzigno

Attimi di terrore ieri sera a Terzigno. Sono da poco passate le 19 quando nella centralissima via Armando Diaz due balordi armati di pistole, rivelatesi poi essere caricate a salve, hanno fatto irruzione in un negozio di telefonia mobile gestito da cittadini del Bangladesh. I due rapinatori hanno agito con un’azione repentina: non appena entrati nel negozio di telefoni, frequentato esclusivamente da cittadini della comunità Bangladese, armi in pugno hanno intimato ai gestori di consegnare denaro e telefonini esposti in vetrina. Nessuna reazione, in pochi attimi i rapinatori si sono dileguati a piedi lungo via Diaz sparando 3 colpi in aria che hanno attirato l’attenzione dei residenti, i quali hanno prontamente chiamato le forze dell’ordine. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri della locale stazione coordinati dal Maresciallo Gennaro Auricchio per i rilievi del caso, ma i banditi dopo il colpo sono scappati via facendo perdere le proprie tracce. Al vaglio degli inquirenti le immagini delle telecamere della zona per capire come due uomini armati siano potuti arrivare nel centro cittadino e dopo aver fatto una rapina, sono riusciti a dileguarsi a piedi per le strade di Terzigno. Gli uomini in divisa hanno ascoltato i gestori del negozio che hanno raccontato i minuti infernali vissuti, in quei racconti gli investigatori sperano di poter ottenere indizi utili a rintracciare i banditi.

CRONACA