Schianto nella notte a San Giuseppe Vesuviano: 3 ragazzi feriti

Andrea Ripa,  

Schianto nella notte a San Giuseppe Vesuviano: 3 ragazzi feriti

Feriti, alle gambe e al volto. Ma vivi. Miracolati dopo lo spaventoso incidente che nella notte tra lunedì e martedì ha rischiato di allungare la scia di morti lungo una delle strade più pericolose di San Giuseppe Vesuviano. Tre ragazzi in ospedale, trasportati d’urgenza al Santa Maria della Pietà di Nola nel cuore della notte. Non sono gravi, per loro una prognosi che va dai venti ai 40 giorni. Se la caveranno, pur portandosi dentro la paura di quegli attimi infernali che potevano trasformarsi in tragedia. Lo schianto in via Martiri di Nassirya, poco distante dall’incrocio con via Muscettoli. Una strada che di notte si trasforma in un circuito di Formula uno, tra le auto che sfrecciano verso lo svincolo della Strada Statale 268 o per raggiungere Poggiomarino. Un’arteria dove, nonostante i numerosi interventi dell’amministrazione nel corso degli anni, le buche stradali continuano a essere un pericolo. E dove, spesso, anche l’illuminazione pubblica s’arrende ai raid vandalici che soventemente si consumano ai danni dei quadri elettrici della zona. In questo scenario lo spaventoso schianto della scorsa notte tra due auto che si sono scontrate frontalmente assume i contorni di un «miracolo». Perché per la dinamica dell’impatto, nessun soccorritore aveva pensato di non dover fare i conti con un’altra tragedia della strada. E invece non è stato così. A scontrarsi una Fiat Panda nuovo modello e una Wolkswagen. L’impatto frontale intorno all’una di notte proprio in via Martiri di Nassirya. Lo stridere delle ruote sull’asfalto è triste presagio di quello che sta per accadere. Un secondo dopo il tonfo, lo scontro tra lamiere e le urla che arrivano dalla strada. C’è chi grida in preda al dolore, chiede aiuto. Altri chiamano le ambulanze e le forze dell’ordine, nel tentativo di ottenere presto i soccorsi. Arrivano i medici dell’ospedale di Nola, le sirene delle ambulanze si fanno spazio nel caos in strada. I ragazzi feriti, tutti giovanissimi (hanno meno di 25 anni, ndr), vengono trasportati all’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola. Inizialmente le condizioni apparse critiche di due dei tre ragazzi trasportati al nosocomio sono migliorate con il passare delle ore, in mattinata sono stati dichiarati tutti fuori pericolo. Hanno riportato ferite al costato, agli arti e per uno anche contusioni alla testa. Mentre i medici continueranno per i prossimi giorni a tenere sotto stretta osservazione i tre ragazzi feriti, gli investigatori chiamati nel cuore della notte a mettere in sicurezza la zona dopo l’incidente hanno effettuato i rilievi del caso. Toccherà alle forze dell’ordine tentare di far luce sullo spaventoso impatto verificatosi poco distante da uno degli incroci killer di San Giuseppe Vesuviano, teatro in passato di terribili tragedie. Stavolta soltanto la fortuna ha evitato che altro sangue scorresse lungo quell’arteria.

CRONACA