Jamila sulle orme di Irma: un film sulla «bimba guerriera» cresciuta a Torre Annunziata

metropolisweb,  

Jamila sulle orme di Irma: un film sulla «bimba guerriera» cresciuta a Torre Annunziata

Torre Annunziata. Jamila, bimba marocchina cresciuta a Torre Annunziata, tra coraggio, solitudine e perdita di punti di riferimento, una “piccola guerriera”, è la protagonista di Californie di Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman, l’unico film italiano in gara alle Giornate degli Autori, sezione autonoma alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

I due autori sono tornati nel territorio dove hanno girato Butterfly (2018), il documentario sulla pugile medaglia di bronzo a Tokyo Irma Testa, per dedicarsi a un altro progetto, sviluppato in un ampio arco di tempo (raccontano la bambina tra i 9 e i 14 anni), unendo stavolta però fiction e documentario. Infatti Jamila è un personaggio scritto per Khadija Jaafari, bambina conosciuta a nove anni proprio durante le riprese di Butterfly (appare anche nel documentario), nella palestra dove si allenava Irma Testa (per lei un modello) e dov’è allenata dallo stesso maestro, Lucio Zurlo.

“Khadija ci ha colpito subito, abbiamo conosciuto meglio lei e la sua famiglia e da lì ci siamo convinti che per il suo carattere, il suo status di piccola battagliera, solitaria, senza troppi punti di riferimento, sarebbe stato interessante raccontare la sua realtà – spiega all’ANSA Cassigoli -. Poi il percorso è stato diverso rispetto a Butterfly, perché in questo film sono entrate la scrittura e la messa in scena”. Conosciamo così Jamila (Jaafari), in un momento difficile: ha problemi a scuola, non lega con i compagni e sogna di tornare in Marocco. Già dodicenne inizia a lavorare come parrucchiera lasciando la scuola e il pugilato, sempre in cerca di maggiore stabilità, anche affettiva.

“Alcune cose che raccontiamo sono simili a quelle vissute da Khadija, altre ci sono state ispirate da sua sorella e dai suoi coetanei – aggiunge Kauffmann -. Creare un ruolo che non corrispondesse del tutto a lei ci ha dato più libertà nel collaborare e per raccontare al meglio quella realtà”. Khadija, rispetto a Jamila, ha continuato a studiare e ha ripreso il pugilato, è considerata una promessa ed è da poco diventata campionessa italiana nella categoria School Girl: “Ora è appena arrivata a Venezia ed è felicissima di quest’esperienza”.

CRONACA