Torre del Greco, arriva la sede per i giovani del Forum. Ma gruppo spaccato da corvi e veleni

Teresa Borriello,  

Torre del Greco, arriva la sede per i giovani del Forum. Ma gruppo spaccato da corvi e veleni

Torre del Greco. Riapre la sede del «Forum dei Giovani», ma scoppiano veleni e polemiche all’interno dell’organismo green. «Non potremmo essere più felici per la riapertura della nostra sede, primo passo verso la concretizzazione dei nostri progetti – esordisce il presidente del Forum, Antonio Porzio –  Abbiamo lavorato instancabilmente in questi mesi per restituire ai giovani di Torre del Greco uno spazio in cui sentirsi accolti e partecipi della attività socioculturali di cui la nostra città avverte ora più che mai il bisogno».

La riassegnazione della sede, infatti, ha richiesto uno sforzo non indifferente ai giovani rappresentati del Forum, impegnati in continui confronti con l’amministrazione comunale da nove mesi.Tra richieste assecondate e altre accantonate, sono insorte divergenze interne alla stessa aggregazione giovanile, con alcuni «corvi» pronti a puntare l’indice contro la gestione dell’ufficio di presidenza. Insomma, all’orizzonte ci sono le prime nubi per la linea verde della politica all’ombra del Vesuvio.

Al momento, tuttavia, restano i fatti: la militanza di questi lunghi mesi ha portato i primi frutti che andranno a sfamare una gioventù desiderosa di riappropriarsi di spazi e socialità, dopo mesi interamente segnati da restrizioni e siccità relazionale.  «Nel rispetto delle norme anti-contagio, sarà attivato un sistema di prenotazioni, che agevolerà gli ingressi all’interno dei locali del Forum» sostiene Antonio Porzio, riferendosi alla situazione emergenziale nella quale si versa tuttora. «Riaprire la sede del Forum ha riacceso negli animi dei consiglieri la volontà di rimettersi in gioco e la fiducia che si possa partire più carichi di prima», prova a smorzare le polemiche il presidente del Forum.

«In questi mesi abbiamo lavorato a diversi progetti e abbiamo varie idee da sviscerare, a favore dell’intera collettività» anticipano i consiglieri, ponendo l’attenzione alle iniziative che si proporranno all’amministrazione comunale.

Tra queste troviamo “Torre, Comune cardioprotetto” – un corso di formazione BLSD gratuito per 100 partecipanti – e il “Forum Live Festival”, un’occasione per musicisti c emergenti per presentare la propria musica e ripensare ad eventi senza limiti di capienza.

@riproduzione riservata

CRONACA