Torre del Greco, aiuti dopo la pandemia: ecco come ottenere la riduzione della tassa Nu

Alberto Dortucci,  

Torre del Greco, aiuti dopo la pandemia: ecco come ottenere la riduzione della tassa Nu
Via libera alle riduzioni della tassa Nu a Torre del Greco

Torre del Greco. Promesso, fatto. Il sindaco Giovanni Palomba prende in prestito lo slogan «caro» al suo predecessore Ciro Borriello e trasforma in realtà l’impegno preso con i contribuenti durante i giorni caldi della crisi post-pandemia: archiviate le vacanze estive, infatti, l’amministrazione comunale ha aperto – attraverso un apposito avviso pubblico – la corsa alle riduzioni a favore dei cittadini travolti dall’emergenza economica legata a doppio-filo alle restrizioni decise dal governo per fronteggiare la diffusione del Covid-19.

Tagli per 1,4 milioni

Come deciso durante il consiglio comunale di fine luglio, l’ente di palazzo Baronale ha approvato misure eccezionali di riduzione della tassa per il servizio di raccolta dei rifiuti in città. Le agevolazioni – come si legge all’interno dell’avviso pubblico – si articoleranno su tre fasce in base a un indicatore Isee variabile da 0 a 24.000 euro. Per la prima fascia – fino a 10.000 euro di reddito Isee – lo sconto sarà del 50% della parte variabile, mentre per la fascia da 10.001 euro a 15.000 euro la riduzione si assesterà al 30%. Per l’ultima fascia – reddito Isee compreso tra 15.001 e 24.000 euro – la riduzione della parte variabile sarà del 20%. Il modulo per richiedere il taglio della tassa Nu può essere scaricato dal sito del Comune – http://torredelgreco.demo-maggioli.it/ – oppure dal sito www.fiscolocale.it e le domande dovranno essere presentate entro il prossimo 15 ottobre. Le istanze – accompagnate da documento di riconoscimento e certificazione Isee – potranno essere presentate tramite mail all’indirizzo [email protected] oppure allo sportello territoriale di Publiservizi in viale Europa o all’ufficio tributi del Comune in via Calastro. Le riduzioni previste dall’amministrazione comunale sono pari a 1,4 milioni di euro. «Qualora le riduzioni richieste ammontassero a un importo superiore o inferiore – si precisa all’interno dell’avviso pubblico – verranno diminuite o aumentate in percentuale sino a rientrare del predetto importo massimo». Insomma, la strada è tracciata: ora bisognerà solo aspettare la scadenza dei termini per la presentazione delle domande per calcolare lo sconto definitivo.

La stoccata di Palomba

Non nasconde la propria soddisfazione il sindaco Giovanni Palomba: «Prima delle ferie d’agosto, abbiamo approvato – sottolinea il primo cittadino – alcune variazioni del bilancio di previsione per una serie di opere e attività a beneficio dell’intera comunità cittadina. Tra queste non potevano mancare forme di sostegno e aiuto destinate alle utenze domestiche investite dagli effetti dell’emergenza sanitaria». Insomma: promesso, fatto.

@riproduzione riservata

CRONACA