Discarica nell’area mercato di Torre del Greco: inviato un dossier al prefetto

Alberto Dortucci,  

Discarica nell’area mercato di Torre del Greco: inviato un dossier al prefetto

Torre del Greco, una discarica di rifiuti davanti al mercato alimentare di via Circumvallazione

Torre del Greco. Un dossier fotografico inviato al prefetto di Napoli per «sollecitare» la rimozione dei rifiuti abbandonati all’interno dell’area mercato e a ridosso dell’istituto comprensivo Sauro-Morelli.

A 48 ore dal sopralluogo effettuato insieme al politico-poliziotto Ciro Piccirillo e alla pentastellata Santa Borriello, l’ex vicesindaco Romina Stilo – oggi seduta tra i banchi dell’opposizione e a capo della commissione trasparenza del Comune – lancia l’ennesimo appello per scacciare l’incubo igienico-sanitario nell’ex campo container di via Circumvallazione: un sos inviato, alla vigilia del suono della prima campanella per centinaia di bambini dei due plessi «divisa» da una discarica a cielo aperto, al sindaco Giovanni Palomba e ai vertici dell’ente di palazzo Baronale nonché ai rappresentanti dell’Asl Napoli 3 Sud e al prefetto Marco Valentini. «A seguito delle segnalazioni di numerosi cittadini, i commissari della V commissione consiliare hanno effettuato un sopralluogo nell’area mercatale e nell’area limitrofa di via Circumvallazione, dove vengono trattati anche generi alimentari – la premessa di Romina Stilo -. Abbiamo potuto constatare una drammatica commistione tra rifiuti di qualsiasi natura e generi alimentari, con notevoli pericoli per l’igiene e la salute pubblica e privata».

Una vera e propria emergenza sanitaria, denunciata in varie occasioni anche dagli attivisti delle associazioni ambientaliste del territorio e dai genitori degli alunni dei plessi Sauro-Morelli: «Si tratta di un’area frequentata quotidianamente da centinaia di cittadini, un mercato alimentare diventato ostaggio dei rifiuti e di microdiscariche abusive spuntate da tempo nell’area e praticamente ignorate dall’amministrazione comunale».

Parole pesanti come macigni, accompagnate da una serie di raccapriccianti foto in grado di testimoniare lo stato di degrado e abbandono. «Sono evidenti le aree sommerse da rifiuti al limite del collasso e olezzi nauseabondi ovunque, con condizioni igienico sanitarie al limite – si legge all’interno della missiva inviata anche in prefettura a Napoli -. Si tratta di una situazione intollerante per la sicurezza dei cittadini che si recano nell’area per i mercatini presenti, senza che sia stata adottata alcuna misura per scongiurare l’enorme pericolo per l’igiene e la salute pubblica e privata».

Di qui, l’invito alla bonifica «ad horas» dell’intera zona e l’appello al prefetto a vigilare sulla «drammatica vicenda» dell’area mercato di via Circumvallazione.

@riproduzione riservata

CRONACA