Circum, crociata anti-tagli a Torre del Greco: «Penalizzati i nostri siti culturali»

metropolisweb,  

Circum, crociata anti-tagli a Torre del Greco: «Penalizzati i nostri siti culturali»
La stazione Circum di Sant'Antonio

Torre del Greco. Una mozione in consiglio comunale «a sostegno» della petizione già promossa da pendolari e studenti. Si moltiplicano le iniziative finalizzate alla «salvezza» delle stazioni Circum praticamente scomparse dal nuovo piano di esercizio varato dall’Eav, l’ente autonomo del Volturno a cui è affidato il compito di garantire i trasporti su ferro e gomma tra Napoli e la provincia.

A una settimana dall’inizio della raccolta firme in via Giovanni XXIII e dintorni, i pentastellati di palazzo Baronale rilanciano la crociata anti-tagli. E sottolineano come i nuovi orari decisi dal colosso dei trasporti rischino di penalizzare eccessivamente i siti culturali di Torre del Greco – a partire da Villa delle Ginestre per finire al sito archeologico di Villa Sora – praticamente tagliati fuori dalle direttrici del turismo.

«La linea della Circum da Napoli a Sorrento rappresenta il principale collegamento a disposizione dei visitatori per raggiungere le principali mete turistiche culturali e balneari della provincia – la premessa di Vincenzo Salerno e Santa Borriello, rappresentanti del M5S in consiglio comunale -. La decisione dell’Eav di servire la stazione di Villa delle Ginestre solo dalla tratta Napoli-Poggiomarino, di fatto estromette la “casa di Leopardi”, il colle di Sant’Alfonso e un parco acquatico, dal principale percorso turistico regionale».

Insomma, non solo un danno a residenti, studenti e lavoratori della zona, bensì un evidente danno economico per la quarta città della Campania. «Il sindaco deve pretendere nell’interesse collettivo che si faccia un dietrofront immediato – l’appello dei pentastellati del municipio – soprattutto alla luce di una stagione estiva ancora in atto per altre settimane. È necessario insistere e rilanciare, chiedendo che anche Villa Sora sia indicata come sito di interesse turistico culturale sulla route map».

Un vero e proprio tesoro storico-culturale, eppure «dimenticato» dalle istituzioni e ora «calpestato» dai tagli alle corse Circum deciso dai vertici del colosso dei trasporti in Campania.

@riproduzione riservata

CRONACA