Traffico e smog a Portici: il M5S attacca Cuomo & company

Daniele Gentile,  

Traffico e smog a Portici: il M5S attacca Cuomo & company
Traffico a Portici

Portici. Fino a 30 minuti per «attraversare» il centro cittadino. Con la fine dell’estate e la «ripartenza» delle attività lavorative, torna d’attualità il problema della viabilità all’ombra della Reggia.

E gli esponenti del M5S puntano l’indice contro l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Cuomo, incapace di individuare una soluzione in grado di decongestionare la viabilità in particolare durante le ore di punta. Con conseguenze disastrose per la circolazione stradale, come denunciato da diversi cittadini pronti a «cronometrare» le file in auto per percorrere il tratto da corso Garibaldi a viale Leonardo Da Vinci.

Attesi lunghe fino a 30 minuti, a cui si aggiungono i disagi provocati dal nuovo piano per la sosta a pagamento. «Come ci hanno segnalato diversi cittadini, inviando foto e video, la viabilità a Portici è al collasso – spiega Alessandro Caramiello, capogruppo del M5S a palazzo Campitelli -. Ci possono volere fino a trenta minuti per percorrere meno di due chilometri di strada, ma questa amministrazione comunale continua a essere cieca. In particolare, non ha mai ragionato in termini di mobilità sostenibile e oggi, purtroppo, il risultato è sotto agli occhi di tutti: spostarsi a Portici è diventato semplicemente impossibile».

I pentastellati di Portici da anni provano a sensibilizzare sul «tema-viabilità» l’amministrazione comunale targata Vincenzo Cuomo, mettendo nero su bianco diverse proposte per una mobilità ecosostenibile e che comprenda l’ausilio di navette elettriche e parcheggi periferici. «Occorre immaginare la creazione di parcheggi periferici e d’interscambio, come ad esempio il parcheggio di Via Farina, l’area di sosta dell’ex scalo merci ferrovie anche d’inverno, e infine il Campo Cocozza per recuperare subito più di 500 posti auto – ribadiscono i grillini della città della Reggia -. Poi sarà necessario attingere ai fondi affinché Portici diventi una smart city, con navette elettriche, abbonamenti a prezzi agevolati così da alleggerire il traffico cittadino e fornire servizi per la comunità. Il nostro obiettivo è rendere Portici vivibile creando turismo, indotto e posti di lavoro».

@riproduzione riservata

CRONACA