Somma Vesuviana e Sant’Anastasia: due città di corsa per la ricerca

Redazione,  

Somma Vesuviana e Sant’Anastasia: due città di corsa per la ricerca

Due comuni, dieci chilometri e cinquecento runners per sostenere la ricerca di casa Telethon. È questo il leitmotiv che vedrà domenica sfilare le strade di Somma Vesuviana e Sant’Anastasia uno tsunami di colori e di entusiasmo per sostenere i ricercatori che ogni giorno si impegnano nel mondo della ricerca. Regalare un sorriso ed una speranza a quei bambini meno fortunati. A rispondere all’appello il sindaco di Somma Vesuviana Salvatore di Sarno e il sindaco di Sant’Anastasia Carmine Esposito che insieme ai due assessori di riferimento Sergio D’Avino e Veria Giordano hanno aderito subito all’invito del coordinatore della fondazione Telethon Tancredi Cimmino. «Una squadra di runner – ha spiegato Cimmino durante la presentazione- che percorre 10 km tra le Città di Somma Vesuviana e Sant’Anastasia unita dalla convinzione che tutti, anche chi è affetto da una malattia genetica rara, abbia il diritto di raggiungere i principali traguardi della vita. Traguardi che si conquistano superando le avversità ed i propri limiti, possibili grazie ai progressi della ricerca scientifica di Telethon». Una ricerca scientifica che in questo anno di emergenza sanitaria è passata alla ribalta della cronaca mondiale insegnando che soluzioni di cura vengono solo da programmi di ricerca molto importanti e che l’emergenza non si risponde con la ricerca scientifica. La ricerca è un percorso lungo che deve essere avviato molto prima di una emergenza per poter dare delle risposte, esattamente come ha fatto 30 anni fa occupandoci di una emergenza di salute che erano le malattie genetiche rare. «sono orgoglioso – conclude – di far parte di una grande Fondazione che si prende cura di pazienti, soprattutto bambini, che provengono da 40 paesi diversi, Giappone Australia, Turchia, Siria». Importante la testimonianza dei due vertici della ricerca ovvero il dottore Francesco Spampanato, ricercatore del centro Tigem di Pozzuoli e il dottore Francesco Lettieri presidente del comitato Walk of Life che hanno portato l’esperienza di tanti ricercatori e volontari che si impegnano ogni giorno per sostenere e raccogliere concretamente fondi. Grazie alla gara podistica di domenica sono stati raccolti e saranno donati al Tigem 50mila euro a sostegno della ricerca. «Sono davvero felice è orgoglioso che i due comuni hanno lavorato in sinergia per un obiettivo comune teso a regalare più sorrisi e speranza» ha concluso il sindaco Salvatore di Sarno.

CRONACA