Sorrento. Giallo indennità: l’inchiesta sull’ex assessore, sequestro per 3.500€

Salvatore Dare,  

Sorrento. Giallo indennità: l’inchiesta sull’ex assessore, sequestro per 3.500€

La Procura di Torre Annunziata lo accusa di aver percepito tra il 2019 e l’anno scorso l’indennità di disoccupazione Naspi e, contestualmente, anche lo stipendio per l’incarico di assessore comunale. Finisce sotto inchiesta Mariano Gargiulo, in passato consigliere comunale di maggioranza e componente della giunta fino allo scorso mese di ottobre. Risulta essere iscritto nel registro degli indagati per l’ipotesi di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Nei suoi confronti, ieri mattina, è stato anche eseguito un decreto di sequestro preventivo: sotto chiave la somma di 3.594 euro rinvenuta sui conti correnti. Stando alle ricostruzioni effettuate dalla Procura di Torre Annunziata, in modo irregolare, ha incassato la prestazione Naspi per la cifra di circa 8.000 euro. Difeso dall’avvocato Danilo Di Maio, l’ex assessore per il momento preferisce non commentare gli sviluppi delle indagini a suo carico. L’inchiesta è affidata al sostituto procuratore di Torre Annunziata Andreana Ambrosino che coordina le fiamme gialle della tenenza della guardia di finanza di Massa Lubrense. Tutto parte il 4 aprile 2019 quando l’allora sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, conclude le consultazioni per il rimpasto dell’esecutivo municipale. E nel bel mezzo degli scossoni pre elettorali decide di promuovere in giunta proprio Gargiulo: si tratta di uno dei fedelissimi che da anni aspirava all’incarico assessoriale e a cui vengono affidate deleghe importanti quali verde pubblico ed ecologia. Contestualmente, però, secondo i finanzieri e la Procura guidata da Nunzio Fragliasso, l’ex assessore commette una irregolarità. Ovvero: omette di comunicare all’Inps la variazione del proprio status di inoccupato. A supporto di questo, emerge che in data 20 marzo 2019 – pochi giorni prima della nomina in giunta – Gargiulo avanza all’istituto previdenziale la domanda di accesso al beneficio dell’indennità di disoccupazione Naspi. Quando diventa assessore, per la Procura di Torre Annunziata, Gargiulo avrebbe dovuto comunicarlo all’Inps. Un passaggio mancante e che risulta decisivo. La Procura di Torre Annunziata e la guardia di finanza indagano sul conto dell’ex assessore per diverse settimane. Vengono ottenute informazioni dalle banche dati in uso alle fiamme gialle, c’è l’acquisizione di documentazione presso il municipio di Sorrento e la sede dell’Inps: terminati gli accertamenti, il quadro appare esaustivo. Gargiulo, fino al 14 marzo 2020, ha percepito sia la Naspi sia l’indennità di carica per il ruolo di assessore per un importo ritenuto superiore al limite massimo annuo. L’importo dell’indennità di disoccupazione è di 8mila euro. Terminate le indagini, il pm Ambrosino chiede e ottiene dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Torre Annunziata, Antonio Fiorentino, l’emissione di un decreto di sequestro preventivo: ieri mattina, l’esecuzione del provvedimento delle fiamme gialle che hanno apposto i sigilli sui conti correnti dell’ex assessore per la cifra di 3.594 euro.

CRONACA