Elezioni, il sindaco ricandidato di Piano di Sorrento: «Tante opere fatte. I giovani arma in più per il rilancio»

Redazione,  

Elezioni, il sindaco ricandidato di Piano di Sorrento: «Tante opere fatte. I giovani arma in più per il rilancio»

Manca una settimana alla chiusura della campagna elettorale, Vincenzo Iaccarino, sindaco di Piano di Sorrento, vogliamo fare un primo bilancio?

«I cittadini accolgono me e i miei candidati con entusiasmo perché riconoscono quantità e qualità del lavoro che abbiamo fatto in questi cinque anni, considerando che per un anno e mezzo abbiamo dovuto combattere con la pandemia. Mai prima di oggi erano stati fatti tanti lavori pubblici, il restyling dell’85% delle strade di Piano con relativi sottoservizi. Entro qualche settimana saranno installate le nuove panchine, anche quelle intelligenti con wifi e attacco elettrico, l’intera illuminazione pubblica. E’ pronto il nuovo nicchiario cimiteriale e lì realizzeremo un impianto fotovoltaico per la fornitura di energia elettrica che ci consentirà di abolire il canone della lux votiva. La gente le vede queste cose, nonostante la disinformazione che gli avversari cercano di alimentare».

Qual è il punto saliente del suo programma per il futuro di Piano di Sorrento?

«Ci sono diverse progettualità: la nuova Piazza della Repubblica il cui progetto generale è stato già approvato in giunta e il progetto dell’alveo del Formiello che creerà un percorso naturalistico collegandosi a questa nuova realtà che trasformerà il volto della città. Due parcheggi pubblici a rotazione, in Piazza della Repubblica e a Via San Michele (questo prossimo a partire), due parcheggi privati nel centro per soddisfare così tutte le aspettative anche degli operatori commerciali. La realizzazione della nuova Scuola a Via C. Amalfi per la quale abbiamo avuto già un primo contributo da parte della Città Metropolitana che è disponibile a finanziare per intero il primo lotto. Il completamento delle rampe della Marina di Cassano i due ascensori che alleggeriranno il traffico e l’ascensore del mare che riaprirà la prossima settimana dopo la forzata chiusura per i controlli di sicurezza».

Nella sua squadra c’è una forte componente giovanile, investite sul futuro?

«Questa è la novità più bella di questa campagna elettorale, siamo circondati dai giovani che credono nella validità della nostra proposta, anzi ci hanno dato una loro piattaforma programmatica che abbiamo recepito integralmente. E poi si sono candidati con noi, stanno lavorando in modo egregio dimostrando che si può ancora fare politica per passione e con la volontà di cambiare le cose per costruire una città che sia moderna e nello stesso tempo rispettosa della propria storia, della propria identità. Proponiamo una squadra che coniuga esperienza e novità per modernizzare il paese senza stravolgerlo».

Perché i Carottesi le dovrebbero rinnovare la fiducia?

«Abbiamo operato con impegno, disponibilità, spirito di sacrificio, competenza e trasparenza e vogliamo proseguire su questa strada per metterci definitivamente alle spalle quelle stagioni che nulla o quasi hanno prodotto per la comunità. Noi diamo voce a una Piano attiva, propositiva, animata da una visione di futuro e sempre più ansiosa di essere protagonista su tutti gli scenari».

CRONACA