La Turris vuole esorcizzare il tabù Liguori

metropolisweb,  

La Turris vuole esorcizzare il tabù Liguori

La Turris prova a spezzare il tabù Liguori contro il Latina. A dire il vero, la squadra corallina, l’unica vittoria tra le mura amiche l’ha ottenuto proprio contro i pontini in coppa Italia. Quella è stata la prima gara ufficiale della stagione in cui la squadra di Caneo si è espressa davanti ai tifosi del Liguori. Partita poi finita 1-0 per la Turris con il gol bellissimo di Leonetti, una semirovesciata imparabile. In campionato, però, la squadra allenata da Caneo sta avendo un rendimento bizzarro e le vittorie, fino a ora, sono state conquistate in trasferta come l’ultima a Catania.
“In casa non riusciamo a vincere anche se il gioco c’è sempre stato – inizia Caneo – Purtroppo stiamo raccogliendo pochissimo. Speriamo di esorcizzare il tabù Liguori perchè la vittoria ce la meritiamo noi e i nostri tifosi”.
Per quanto riguarda la partita di oggi col Latina, mister Caneo aggiunge: “E’ una squadra ben organizzata che palleggia bene. Dobbiamo avere più fiducia nei nostri mezzi e scendere in campo con atteggiamento positivo e come sempre pronti a fare la partita. Adesso dobbiamo confermarci dopo le ultime due vittorie in trasferta – continua Caneo – e abbiamo l’occasione giusta col Latina”.
Giovedì scorso, al Massimino di Catania, sono andati in gol tutte le bocche da fuoco della Turris. “Stiamo iniziando a giocare di reparto – dice il tecnico corallino – Ho visto un bel fraseggio tra i nostri attaccanti. Una manovra corale. Come dico sempre, i reparti vanno costruiti e poi sia in fase offensiva che difensiva si devono adeguare anche da soli. L’attacco sta giocando da reparto e poi con la complicità dei braccetti, degli esterni e dei centrocampisti, è tanta roba in più”.
Se da un lato gli attaccanti della Turris si sono sbloccati c’è da dire che in difesa i meccanismi non sono ancora perfetti. “Bisogna alzare il livello di attenzione a livello individuale – fa notare Caneo – Tutti i gol subìti non sono mai stati figli di errori di posizioni ma individuali.
Dobbiamo eliminarli, ogni calciatore deve crescere con la propria personalità e gestire in modo migliore le situazioni che lo vedono impegnato”.
Dal Latina in Coppa Italia al Latina in campionato, un primo bilancio di questo inizio di stagione: “Sicuramente positivo – commenta Caneo-, il bicchiere lo vedo sempre mezzo pieno comunque vada, anche dopo le sconfitte. Abbiamo fatto un ottimo percorso fino ad ora, speriamo di continuare a farlo con l’impegno, lavorando e soprattutto creando questa mentalità diversa da tutte le altre, come dicono gli addetti ai lavori. Questo ci conforta e ci da prestigio, quindi dobbiamo confermare queste qualità che ci riconoscono come protagonisti in questa prima fase”. 

CRONACA